Pensieri e immagini (Febbraio – Marzo 2021)

Chi non sa mentire, crede che tutti dicano il vero.
– Franz Kafka
* Ph: Linda Evangelista 

La cosa più triste è tornare ad essere degli estranei dopo essere stati tutto, dopo aver fuso due anime gemelle.
(Dal web)
@Fotograficamentetru

Punta sulle nuvole
sugli alberi e su altre cose mute,
non tue, non vicine,
non addestrate a compiacerti,
punta sulla luce, cercala sempre,
infine punta sulla tua follia,
se ce l’hai, se non te l’hanno rubata
da piccolo.
– Franco Arminio
(Ph Web)

Il problema è che cerchiamo qualcuno con il quale “invecchiare insieme”… Mentre il segreto è trovare qualcuno con cui restare bambini.
Charles Bukowski
(Ph Web)

Una vita spesa a compiere errori non solo è più onorevole, ma molto più utile di una vita consumata a non far niente.
George Bernard Shaw
(Photo of @seramann by @arturoshoots Submit via apricotmagazine )

Come un fuoco dimenticato, l’infanzia può sempre divampare nuovamente dentro di noi.
– Gaston Bachelard
(Foto dal web)

“Le persone più intelligenti hanno meno amici in quanto tendono a muoversi controcorrente e a relazionarsi e agire in modo diverso rispetto a quanto fa la massa.”
– Anna De Simone
(Ph Web)

Vedete, io non ho senso dell’orientamento. Ho sempre questi strani incubi in cui mi perdo. Forse appartengo ad un altro pianeta.
Charles Bukowski
(Fotograficamentetru)

“La vita si ascolta così come le onde del mare.
Le onde montano, crescono, cambiano le cose.
Poi, tutto torna come prima, ma non è più la stessa
cosa.”
– Alessandro Baricco
(Ph Web)

“… a quei dannati gatti
non importa
proprio
niente di niente.
E
se gliene importasse
non mi piacerebbero
neanche
un po’:
le cose cominciano a perdere il loro
valore naturale
quando si avvicinano
alle faccende
umane”.
Charles Bukowski
( Foto da cheezburger.com )

Io amo la luna, assai più del sole. Amo la notte, le strade vuote, morte, la campagna buia, con le ombre, i fruscii, le rane che fanno cra cra, l’eleganza tetra della notte. È bella la notte: bella quanto il giorno è volgare. Io amo tutto ciò che è scuro, tranquillo, senza rumore. La risata fa rumore. Come il giorno.
Antonio De Curtis, in arte “Totò”.
(sothebys.com)

Sii sempre, in ogni circostanza e di fronte a tutti, un uomo libero e pur di esserlo sii pronto a pagare qualsiasi prezzo.
– Sandro Pertini
(Ph Web)

|Forse s’avess’io l’ale
da volar su le nubi,
e noverar le stelle ad una ad una,
o come il tuono errar di giogo in giogo,
piú felice sarei, dolce mia greggia|
Giacomo Leopardi
(Ph Web)

Ancora sedicenne, li osservavo con cupa meraviglia; già allora mi stupivano la grettezza del loro pensiero, la stupidità delle occupazioni, dei giochi, dei discorsi loro. Non capivano certe cose così indispensabili, non s’interessavano di argomenti così suggestivi e impressionanti che per forza presi a considerarli inferiori a me. Non era la vanità offesa che mi ci spingeva, e, per amor di Dio, non venitemi avanti con le obiezioni convenzionali, rancide fino alla nausea, che io non facevo che sognare, mentre essi già allora capivano la vita reale. Nulla essi capivano, nessuna vita reale, e vi giuro che questo, appunto, era ciò che più m’indignava in loro. Al contrario, la realtà più evidente, più abbagliante la percepivano in modo fantasticamente sciocco e già allora si abituavano ad inchinarsi nient’altro che al successo. Di tutto ciò che era giusto, ma umiliato e oppresso, ridevano crudelmente e vergognosamente. La posizione la consideravano ingegno; a sedici anni discorrevano già di comodi posticini. Naturalmente, in questo molto derivava dalla stupidità, dal cattivo esempio che aveva sempre circondato la loro infanzia e adolescenza. Erano depravati fino alla mostruosità. S’intende che anche qui c’era soprattutto esteriorità, soprattutto cinismo ostentato, s’intende che la giovinezza e una certa freschezza trasparivano anche in loro perfino attraverso la depravazione; ma in loro non era attraente nemmeno la freschezza e si manifestava come una specie di bricconeria. Io li odiavo tremendamente, sebbene fossi magari peggio di loro. Essi mi ripagavano della stessa moneta, e non nascondevano la propria ripugnanza per me. Ma io non desideravo più il loro affetto; al contrario, avevo sempre sete della loro umiliazione.
Fëdor Dostoevskij
(garcon-portraits.tumblr.com)

Bisogna staccarsi da tutto, per accostarsi a tutto. Godere di ogni cosa profanamente ma con distacco sacro.
– Cesare Pavese
(Dipinto di Quint Buchholz)

La vita non è che la continua meraviglia di esistere.
– Rabindranath Tagore
(@Fotograficamentetru)

Al rancore, preferisco un’amnesia selettiva. Perché i ricordi si devono meritare.
Cit.
(Foto di Philippe Halsman)

“Sì, sai, certe volte guardo le persone e cerco di sentirle, e non di guardarle e basta solo perché mi stanno davanti. Immagino quanto profondamente si siano innamorate o quante volte gli abbiano spezzato il cuore.”
Dal film “Her” di Theodore Twombly.
(Joaquin Phoenix ph Web)

Rilassati, raccogliti, allontana da te ogni altro pensiero. Lascia che il mondo che ti circonda sfumi nell’indistinto.
– Italo Calvino
(Foto di Sabahattin Ali)

Sii prudente.
La tua vita apri
solo a venti che portano carezza
di lontananza.
Sii prudente, ma non vigliacco:
non far finta di vivere.
Apri la tua vita,
apri le finestre al presagio di primavera.
Lascia entrare i venti
che ti parlano di lontananza,
di ignoto, di svolte e bivi e sentieri;
che ti spingono verso nuovi orizzonti.
È tempo di andare,
tempo di mettersi in cammino.
Tempo di ricominciare a respirare.
– Nathan Zach
(Foto di Kuki Walsch)

Ma qui si sta bene. E le stelle sono così vicine, e la tristezza e il piacere sono così intrecciati che sembrano la stessa cosa.
John Steinbeck
(Ph Web)

Hermann Hesse (1877 – 1962) scrisse che più si matura, più si diventa giovani. Ci sono molte persone che invecchiando diventano sempre più vitali, aperte di mente e tolleranti, vivendo con un gran senso di libertà e fiducia. Invecchiare e maturare non necessariamente procedono di pari passo.
– Daisaku Ikeda
*Ph web

“Non ricordo esattamente quando decisi che Konradin avrebbe dovuto diventare mio amico, ma non ebbi dubbi sul fatto che, prima o poi, lo sarebbe diventato. Fino al giorno del suo arrivo io non avevo avuto amici. Nella mia classe non c’era nessuno che avrebbe potuto rispondere all’idea romantica che avevo dell’ amicizia, nessuno che ammirassi davvero o che fosse in grado di comprendere il mio bisogno di fiducia, di lealtà e di abnegazione, nessuno per cui avrei dato volentieri la vita. Ho esitato un po’ prima di scrivere che “avrei dato volentieri la vita per un amico”, ma anche ora, a trent’anni di distanza, sono convinto che non si trattasse di un’esagerazione e che non solo sarei stato pronto a morire per un amico, ma l’avrei fatto quasi con gioia.”
Da “L’amico ritrovato” di Fred Uhlman.
(Foto tratta dal film “L’amico ritrovato”, diretto da diretto da Jerry Schatzberg)

“Mi faceva dimenticare lo stress portandomi nel suo mondo di serenità; il tempo si fermava, noi facevamo discorsi fatti di fusa e occhi socchiusi. Io scordavo di essere umana e diventavo felina come il mio gatto.”
– Lucrezia Beha
(Foto di BriAnne Wills)

Nel naufragio di tutto, la tenerezza rimane a galla.
Victor Hugo
(Ph Web)

Nulla due volte accade
Né accadrà. Per tal ragione
Nasciamo senza esperienza,
moriamo senza assuefazione.
Anche agli alunni più ottusi
Della scuola del pianeta
Di ripeter non è dato
Le stagioni del passato.
Non c’è giorno che ritorni,
non due notti uguali uguali,
né due baci somiglianti,
né due sguardi tali e quali.
– Wislawa Szymborska
(Polina Buldakova, © Mark Olich Марк Олич)

Il tetto si è bruciato:
ora
posso vedere la luna.
– Mizuta Masahide
(Ph Web)

È buffo, si accorgono di averti perso quando ormai è troppo tardi.
Cercano un rimedio a qualcosa che, in realtà, non esiste più.
E poi, per assurdo, il carnefice diventi tu.
(Dal web)

Ho teso corde da campanile a campanile, ghirlande da finestra a finestra catene d’oro da stella a stella, e danzo.
Arthur Rimbaud
(harpersbazaar.com)

Mondo di sofferenza:
eppure i ciliegi
sono in fiore.
– Kobayashi Issa
(Ph Web)

Troppo presto, per me; o troppo tardi: i sogni sognati troppo a lungo, io ero impreparato a viverli.
– Italo Calvino
(Foto di brookeshaden su flickr)

La lingua maldicente è indizio di mente malvagia.
– Dante Alighieri
* Foto tratta dal film “Arancia meccanica”.

Le illusioni sono per l’anima ciò che l’atmosfera è per la terra. Toglietele quell’aria tenera, e la pianta morirà, i colori svaniranno. La terra su cui camminiamo è cenere estinta. È marga quella che calpestiamo, e ciottoli spietati ci feriscono i piedi. La verità ci annienta. La vita è un sogno. È il risveglio ad ucciderci. Chi ci deruba dei sogni ci deruba della vita… (e così via, se volete, per sei pagine, ma lo stile è noioso ed è meglio tagliar corto).
Tratto da “Orlando” di Virginia Woolf.
(Foto dal web)

“L’amicizia è un’anima che abita in due corpi, un cuore che abita in due anime.”
– Aristotele
* Ph Pinterest

“Pensate al futuro che vi aspetta, pensate a quello che potete fare, e non temete niente.”
– Rita Levi-Montalcini
(Foto dal web)

Era uno di quei giorni di marzo in cui il sole splende caldo ed il vento soffia, quando è estate nella luce e inverno nell’ombra.
Charles Dickens
(Pinterest)

Tenerezza e gentilezza non sono sintomo di disperazione e debolezza, ma espressione di forza e di determinazione.
– Kahlil Gibran
(Foto dal web)

Marzo è un maschiaccio con i capelli arruffati, un sorriso malizioso, il fango nelle scarpe e una risata nella sua voce.
– Hal Borland
(“Un paio di scarpe” di Vincent Van Gogh)

Saper ascoltare significa possedere,
oltre al proprio, il cervello degli altri.
Leonardo da Vinci
(Pinterest)

Quanto più a fondo vi scava il dolore, tanta più gioia potete contenere.
– Kahlil Gibran
(Foto da Pinterest)

Essere diversi non è una cosa né buona né cattiva. Significa semplicemente che sei abbastanza coraggioso da essere te stesso.
Albert Camus
(Pinterest)

“Non posso permettermi di odiare nessuno. Non ho quel tipo di tempo.”
– Akira Kurosawa
(Foto dal web)

N.B. Le immagini sono state reperite nel web, quindi considerate di pubblico dominio e appartenenti a google e ai legittimi proprietari. Qualora si ritenesse che possano violare diritti di terzi, si prega di scrivere al seguente indirizzo lacapannadelsilenzio@yahoo.it e saranno immediatamente rimosse.

Lascia un commento