Pensieri e immagini (Febbraio 2023)

Le cose più lontane da noi non sono le stelle, ma gli occhi di chi pensa ad altro.
– Fabrizio Caramagna
(Street Art – Kevin Lee, “L’invisibilità della povertà“)

 

È una questione di punti di vista: come gli aquiloni, che pensano che la terra sia attaccata al filo.
– Enzo Iacchetti
(“An Ant’s Point of View“-reddit.com )

 

I ragazzi che si amano si baciano in piedi
Contro le porte della notte
E i passanti che passano li segnano a dito
Ma i ragazzi che si amano
Non ci sono per nessuno
Ed è la loro ombra soltanto
Che trema nella notte
Stimolando la rabbia dei passanti
La loro rabbia e il loro disprezzo le risa la loro invidia
I ragazzi che si amano non ci sono per nessuno
Essi sono altrove molto più lontano della notte
Molto più in alto del giorno
Nell’abbagliante splendore del loro primo amore.
Jacques Prévert
(📸 Guido Giannini )

 

Cessate il fuoco” di Elham Hamedi
Non sparatemi
‏Volevo solo far scendere i miei capelli sulle spalle di un giardino
‏‏l’uccello cade dalle fessure della finestra
‏‎‏e il cuore del muro crolla nel pesante battito dell’ansia
‏quando il tuo sparo geme nel mio cuore ‏
‏Non sparatemi
‏La mia pelle voleva solo sentire un po’ di sole
‏le mie cellule stanche volevano nascondersi all’ombra di un fiore
‏volevano solo baciare le labbra dell’acqua
‏‏Non sparatemi
‏‏Il capovolgimento può diventare una nuova creazione
‏‎‏Un proiettile di piombo può essere come una palla da bimba
‏che gioca nel mio cuore
‏e questo sogno capovolto può essere il nostro sogno eterno
che ora trova rifugio nei vicoli dell’infanzia
attraverso le strade del sangue
‏Non sparatemi
‏I miei capelli malati sono morti anni fa
‏Seppellisci i proiettili di piombo vicino ai miei capelli
‏‎‏forse nutriranno la terra
‏‎‏e un giorno palle di plastica cresceranno
‏conoscono la tecnica del gioco delle memorie
nei capelli delle bambole.
[A tutte le donne iraniane che stanno lottando pacificamente per la libertà.
A tutti gli uomini iraniani che stanno lottando pacificamente per sostenere la libertà delle donne.
Al coraggio, alla libertà, a chi non si adegua al pensiero unico.
A tutti coloro che non riescono a restare indifferenti dinnanzi agli orrori di questo mondo.
A chi ama veramente la vita e non si accontenta di sopravvivere]
(“Flowing Free“, scultura, per adesso solo digitale, realizzata dall’architetto e designer Tim Fu)

[Dopo un’occhiata a questo pianeta qualsiasi visitatore dallo spazio esterno direbbe: ‘Voglio vedere il direttore!’]
[Quando si smette di crescere, si incomincia a morire.]
[I conflitti politici sono solo manifestazioni esteriori. Alcune forze, se sorgono conflitti, mirano a mantenere il conflitto in atto perché sperano di trarre profitto dalla situazione. Starsi a preoccupare della manifestazione esteriore dei conflitti politici vuol dire commettere l’errore del toro nell’arena quando carica il panno rosso. Questo è il ruolo della politica, ti insegna a riconoscere il panno proprio come il torero lo insegna al toro, gli insegna a seguire, a ubbidire al panno.]
William Burroughs 

[Un preside di un liceo americano aveva l’abitudine di inviare questa lettera ai suoi insegnanti, all’inizio di ogni anno scolastico]
Caro professore,
sono un sopravvissuto di un campo di concentramento. I miei occhi hanno visto ciò che nessun essere umano dovrebbe mai vedere:
camere a gas costruite da ingegneri istruiti, bambini uccisi con veleno da medici ben formati, lattanti uccisi da infermiere provette,
donne e bambini uccisi e bruciati da diplomati di scuole superiori e università. Diffido – quindi – dell’educazione.
La mia richiesta è la seguente: aiutate i vostri allievi a diventare esseri umani. I vostri sforzi non devono mai produrre dei mostri educati, degli psicopatici qualificati, degli Eichmann istruiti.
La lettura, la scrittura, l’aritmetica non sono importanti se non servono a rendere i nostri figli più umani.
Tratto da “Les mémoires de la Shoah” di Anniek Cojean (“Le Monde”, 29 aprile 1995)
(📸 Web )

[Quando si riesce ad alternare l’umorismo con la malinconia, si ha un successo, ma quando le stesse cose sono nel contempo divertenti e malinconiche, è semplicemente meraviglioso]
[Come si scopre di essere innamorati?
Si è innamorati quando si comincia ad agire contro il proprio interesse]
François Truffaut
(📸 di Victor Skrebneski )

No, è impossibile, impossibile comunicare ad altri la sensazione viva di un momento qualsiasi della nostra esistenza, quel che ne costituisce la verità, il significato; la sua sottile e penetrante essenza. È impossibile. Si vive come si sogna: perfettamente soli.
– Joseph Conrad
(📸 da Pinterest )

 

I vecchi dakota erano saggi. Loro sapevano che il cuore di un essere umano che si estranea dalla natura, s’indurisce; loro sapevano che la mancanza di profondo rispetto per gli esseri viventi e per tutto ciò che cresce, presto lascia morire anche il profondo rispetto per gli uomini. Per questo motivo l’influsso della natura, che rende i giovani capaci di sentimenti profondi, era un importante elemento della loro educazione.
– Orso in Piedi
(🎨 Karen Noles )

 

Chiarire i concetti, screditare le parole congenitamente vuote, definire l’uso di altre attraverso analisi precise, per quanto possa sembrare strano, servirebbe a salvare delle vite umane. La civiltà attuale nasconde dietro un apparente splendore uno stato di vero e proprio decadimento intellettuale. In ogni ambito sembriamo aver perduto le nozioni essenziali dell’intelletto, quelle di limite, misura, grado, proporzione, relazione, rapporto, condizione, legame necessario, connessione tra mezzo e risultato.
– Simone Weil
(📸 dal Web )

 

Tre film al giorno, tre libri a settimana e dischi di buona musica basterebbero per rendermi felice fino al giorno della mia morte.
François Truffaut
(📸 da Pinterest )

 

[ Sono abitata da un grido
Di notte esce svolazzando
in cerca, con i suoi uncini, di qualcosa da amare ]
[ Che cosa ho mangiato?
Bugie e sorrisi ]
[ Voglio essere libera, libera di conoscere persone diverse e il loro mondo, libera di andare in parti del mondo diverse dove imparare che esistono altre morali e altre norme oltre alle mie ]
Sylvia Plath
(📸 Pinterest )

L’uomo nella sua arroganza si crede un’opera grande, meritevole di una creazione divina. Più umile, io credo sia più giusto considerarlo discendente degli animali.
– Charles Darwin ( 12 febbraio 1809 – 19 aprile 1882 )
(📸 Pinterest )

 

Alcune cose sono belle per quel che sono. In quel preciso momento.
Che durino minuti, ore, giorni o mesi, non importa. Non sono belle per quello che potrebbero diventare. Per il luogo da cui arrivano.
Sono belle lì, in quel momento perché sono così. Sospese.
Appena sfiorate.
– Jorge Luis Borges
(📸 da Pinterest )

 

Prima di discutere con qualcuno occorre sapere e capire fino a che punto quella persona può comprendere le nostre parole. Per quelli che sanno, il parlare nonostante l’impossibilità di essere compresi dall’altro è sempre una perdita di tempo e di energia. Chi è saggio, parla solo quando è certo che chi ascolta è in grado di capire.
– Georges Ivanovič Gurdjieff
(📸 da Pinterest )

 

Elevazione” di Charles Baudelaire
Al di sopra di laghi e di montagne,
del mare, dei boschi e delle nuvole,
al di sopra del sole, oltre lo spazio,
al di là dei confini delle sfere celesti
navighi, mio spirito con agilità.
Nuotatore eccellente che gode dell’onda,
solchi allegramente l’immensità profonda
con un’indicibile e maschia voluttà.
Innàlzati ben lontano dai miasmi pestiferi
vai a purificarti nell’aria superiore,
e bevi, come liquore puro e divino,
il limpido fuoco degli spazi cristallini.
Abbandonando le noie e le profonde tristezze
che rendono pesante l’esistenza brumosa,
felice colui che può con ali vigorose
slanciarsi verso campi luminosi e sereni,
colui i cui pensieri, simili alle allodole,
liberi si slanciano verso i cieli al mattino,
– chi plana sulla vita e comprende senza sforzo
il linguaggio dei fiori e delle cose mute!
(🎨”La violinista” di Marc Chagall )

 

È facilissimo reagire con freddezza alle cose durante il giorno, ma di notte è tutto un altro discorso.
Ernest Hemingway
(📸 da Pinterest )

 

Io amo i gatti. Amo la loro grazia e la loro eleganza. Amo la loro indipendenza e la loro arroganza e il modo in cui mentono e ti guardano, giudicandoti, sicuramente a tuo danno, con quello sguardo snervante, immoto, ipercritico.
– Joyce Stranger

 

[Continuo a pensare che l’unico tempo veramente sprecato sia quello utilizzato in cose inutili o brutte. Un giovane sioux di undici anni che aveva passato l’estate dai nonni, in riserva, interrogato, al suo ritorno a scuola, su come avesse trascorso le vacanze, rispose: ‘Benissimo. Il tempo era ritornato a essere intero’. Appunto. Noi siamo troppo abituati a segmentarlo, a dividerlo in ore e minuti, in ansie e angosce, dimenticandoci che da piccoli giocavamo intere giornate con un pezzo di legno in cortile, avvertendo il passare del tempo solo al sopraggiungere della notte, allo scroscio improvviso della pioggia: avevamo una pura nozione atmosferica del tempo.]
[L’artista è un anticorpo che la società si crea contro il potere.]
Fabrizio De André
(Foto dal Web)

Sappiate che esistono solo omicidi
Al mondo nessuno si è mai suicidato.
– Marina Cvetaeva
(📸Maia Flore)

 

[Da ragazzo i miei continui e disinteressati slanci di altruismo mi diedero la fama di buono. Da grande quella di fesso.]
[Quando penso a Pasolini, a come agiva rispetto alla società, alle cose, mi stimo molto poco.]
[L’amore credo sia quel sentimento che riesce ad uscire indenne dal tempo che passa, che riesce a durare, che vince la stanchezza, la noia, i dolori, le rotture di scatole. Ma bisogna attendere tanto prima di riconoscerlo. Si può dire solo a posteriori se uno ha davvero amato, perché mentre si ama non lo si capisce.]
Massimo Troisi
(Foto dal Web)

Monotonia, noia, morte. Milioni di uomini vivono in questo modo (o muoiono in questo modo), senza saperlo. Lavorano negli uffici. Guidano una macchina. Fanno picnic con la famiglia. Allevano bambini. Poi interviene una cura “urto”, una persona, un libro, una canzone, che li sveglia, salvandoli dalla morte.
– Anaïs Nin
(📸Da Pinterest)

 

“Mi chiedo come fanno le persone a non apprezzare una giornata di sole. Lo dico anche in senso metaforico. Come fanno a non apprezzare un piccolo gesto, un piccolo dono, una di quelle sorprese che arrivano in modo inaspettato, magari dopo aver sofferto un bel po’. Come fanno a non apprezzare quel vento di cambiamento che sembra darti una pacca sulle spalle, quel vento che sembra dirti: c’è ancora una speranza. Mi chiedo come fanno le persone a non lasciare aperto almeno un angolo di cuore, uno spiraglio di luce. La vita è un miracolo, sa essere insopportabile, è vero, ma poi basta un attimo, un istante, il tempo di un respiro… e sei pronto a ricrederti. Ricominci a pensare che ne vale la pena, sì, anche se hai versato mille lacrime, anche se ti sembra di non farcela più. Forse la vita è più forte di noi e ci sono momenti in cui ti sembra che qualcuno stia sfondando i cancelli della tua fede… e non puoi resistere, no. Non puoi che cedere alla meraviglia di sentirti nuovamente vivo, fottutamente vivo. Ti arrendi, getti la spugna… e ritorni a sorridere, contro ogni pronostico.”
🖊️ Luigi Costantino
Ph Helmut Newton

 

La mancanza di pensiero, l’incurante superficialità o la confusione senza speranza o la ripetizione compiacente di verità, diventate vuote e trite, mi sembra tra le principali caratteristiche del nostro tempo.
– Hannah Arendt
(📸brainpickings.org)

 

[La gente comune pensa soltanto a passare il tempo; chi ha ingegno a renderlo utile]
[Ogni genio è un gran fanciullo, già per il suo guardare al mondo come a un che di estraneo. Chi nella vita non resta per qualche verso un fanciullo e diventa invece un uomo serio, sobrio, posato e ragionevole, sarà certo un bravo e utile cittadino di questo mondo, ma un genio non sarà mai]
[Se un Dio ha fatto questo mondo, io non vorrei essere quel Dio, perché il dolore del mondo mi strazierebbe il cuore]
Arthur Schopenhauer
(🎨Arthur Schopenhauer ritratto da Ludwig Sigismund Ruhl)

Il lusso è la manifestazione della ricchezza incivile che vuole impressionare chi è rimasto povero. È la manifestazione dell’importanza che viene data all’esteriorità e rivela la mancanza di interesse per tutto ciò che è elevazione culturale. È il trionfo dell’apparenza sulla sostanza.
– Bruno Munari
(📸 Erwin Blumenfeld )

 

La mia poesia più bella” di Mascha Kaléko
La mia poesia più bella?
Io non la scrissi.
Emerse dal profondo delle profondità.
La tacqui.
(📸 dal Web)

 

[Gli ipocriti più miti sono anche i più temibili. Le maschere di velluto sono sempre nere]
[Le idee, per natura, sono altere, solitarie, inavvicinabili, impopolari. Sono regine tristi e orgogliose, che la folla guarda passare con una sorta di avversione]
[L’amore è l’assoluto, è l’infinito; la vita è il relativo e il limitato. Da qui derivano tutte le segrete e profonde lacerazioni dell’uomo, quando l’amore s’introduce nella sua vita, che non è abbastanza grande per contenerlo]
Victor Hugo
(Foto dal Web)

[Io glielo dirò, domani, cosa avete fatto.
Entrerò in classe e leggerò ai miei studenti le dichiarazioni del ministro che ha detto:
«Io non partirei se fossi disperato perché sono stato educato alla responsabilità».
Le leggerò e mi siederò lì ad ascoltare cos’hanno da dire. Hanno dodici anni, i miei studenti. Ed è giusto che sappiano.
Lo vedranno da soli che avete fatto arrestare chi voleva salvare delle persone.
Che avete scritto e detto cose orrende, che avete l’anima sporca di parole che nessuno potrà cancellare.
Glielo dirò che avete costretto in porto le navi che avrebbero potuto salvarli.
Glielo dirò che sono anni che usate la vita delle persone per raccattare quattro voti in più.
Glielo dirò che cosa avete fatto.
Cosa abbiamo fatto, in realtà. Perché siamo tutti responsabili.
Glielo dirò che quelli che c’erano prima non erano così diversi, solo che sapevano nasconderlo meglio.
E mandatemi la Digos, mandate chi volete, toglietemi la cattedra, la classe.
Alla fine è tutto quello che sapete fare: usare la forza con i più deboli. Con quelli davvero forti non ci provate neanche.
Sospendetemi pure: voglio poter dire a mia figlia, quando sarà grande e vedrà cosa stava succedendo in questi giorni, in questi anni, quando mi chiederà dov’ero, voglio l’orgoglio di poterle rispondere, a testa alta: dall’altra parte.]
– Enrico Galiano
(Immagine dal web)

Mi tolgo le cuffie e ascolto il silenzio.
Il silenzio è una cosa che si ascolta.
Lo scopro per la prima volta.
– Haruki Murakami
(📸 Da Pinterest )

 

La capacità di mettersi nei panni degli altri è una delle funzioni più importanti dell’intelligenza. Dimostra il grado di maturità dell’essere umano”.
– Augusto Cury
(📸Da Pinterest)

N.B. Le immagini sono state reperite nel web, quindi considerate di pubblico dominio e appartenenti a google e ai legittimi proprietari. Qualora si ritenesse che possano violare diritti di terzi, si prega di scrivere al seguente indirizzo lacapannadelsilenzio@yahoo.it e saranno immediatamente rimosse.

 

Leave a Comment