Novembre 2018-Frasi e immagini dalla pagina facebook

C’è stata una guerra che ha cambiato me, ed è quella che non racconterò.
-Achille Lauro-
(Foto dal web)

 

Il mio cuore non è inaridito
ed è rimasto in me
un punto accessibile alla grazia.
Hermann Hesse– (Immagine dal web)

 

Non lasciarti tentare dai campioni dell’infelicità, della mutria cretina, della serietà ignorante. Sii allegro. […] T’insegneranno a non splendere. E tu splendi invece.
Pier Paolo Pasolini
(Dondero/ Leemage)

Sai qual è un errore che si fa sempre? Quello di credere che la vita sia immutabile, che una volta preso un binario lo si debba percorrere fino in fondo. Il destino invece ha molta più fantasia di noi. Proprio quando credi di trovarti in una situazione senza via di scampo, quando raggiungi il picco di disperazione massima, con la velocità di una raffica di vento tutto cambia, si stravolge, e da un momento all’altro ti trovi a vivere una nuova vita.
-Susanna Tamaro-
(Foto dal web)

 

L’unica cosa che valga sul serio è la tenerezza.
-Evgenij Aleksandrovič Evtušenko-
Foto di Luisa Rodrigues

 

“Se un giorno avrai voglia di piangere” di Gabriel García Márquez
Se un giorno avrai voglia di piangere chiamami:
non prometto di farti ridere ma potrò piangere con te…
Se un giorno riuscirai a fuggire,
non esitare a chiamarmi:
non prometto di chiederti di rimanere,
ma potrò fuggire con te…
Se un giorno non avrai voglia di parlare con nessuno,
chiamami: staremo in silenzio…
Ma se un giorno mi chiamerai e non risponderò,
vieni correndo da me:
perché di certo avrò bisogno di te!
(Foto dal web)

 

Le persone migliori hanno la sensibilità per la bellezza, il coraggio di rischiare, la disciplina per raccontare la verità, la capacità del sacrificio. Paradossalmente, le loro virtù le rendono persone vulnerabili, sono spesso ferite, qualche volta distrutte.
Ernest Hemingway
(Foto di Noell Oszvald)

Ad una data età nessuno di noi è quello a cui madre natura lo destinava; ci si ritrova con un carattere curvo come la pianta che avrebbe voluto seguire la direzione che segnalava la radice, ma che deviò per farsi strada attraverso pietre che le chiudevano il passaggio.
[da “Un individualista”, Italo Svevo]
Foto di Cristina Coral

Sarebbe bello parlare con i bambini che eravamo e chieder loro cosa ne pensano degli adulti che siamo diventati.
-Juan Felipe Gabanhia- (Foto dal web)

 

Ci sono giorni nella vita in cui non succede niente, giorni che passano senza nulla da ricordare, senza lasciare una traccia, quasi non si fossero vissuti. A pensarci bene, i più sono giorni così, e solo quando il numero di quelli che ci restano si fa chiaramente più limitato, capita di chiedersi come sia stato possibile lasciarne passare, distrattamente, tantissimi. Ma siamo fatti così: solo dopo si apprezza il prima e solo quando qualcosa è nel passato ci si rende meglio conto di come sarebbe averlo nel presente. Ma non c’è più.
-Tiziano Terzani- (Foto dal web)

 

Mentre si rimanda, il tempo passa.
-Lucio Anneo Seneca-
(Foto dal web)

 

La sensazione più bella che possiamo provare è il mistero. Costituisce l’emozione fondamentale alla base della vera arte e della vera scienza. Colui che l’ha provata e che non è ancora in grado di emozionarsi è come una merce avariata, come una candela spenta
Albert Einstein
(Foto dal web)

 

Perché insomma
io ero stata mandata qui per questo,
come tutti d’altronde, per giocare.
Che pretendete adesso?
Che io resti grave a prendermi sul serio?
-Patrizia Cavalli-
/Foto dal web/

 

Il cuore umano non può contenere più di una certa dose di disperazione. Quando la spugna è imbevuta, può passarci sopra il mare senza farle assorbire una lacrima di più.
Victor Hugo
Foto di Jonathan Moyal

 

Quando la vita stessa ti ha stancato troppe volte, ti ha deluso e ferito, impari a difenderti. Impari a essere duro con te stesso e con gli altri. Impari a guardare fino a dove sai che ti farai male. Impari a non elemosinare nulla, a non chiedere e a farcela da solo. Quando si è stanchi dentro, ci si stanca di tutto e di tutti. Non si è più pronti a tollerare niente, non si è più disposti a capire tutti e si perde la capacità di perdonare.
-Silvia Nelli-
(Foto dal web)

 

Tutto ciò che è profondo ama mascherarsi; le cose più profonde odiano l’immagine e la similitudine.
Friedrich Nietzsche
(Foto dal web)

 

Quando i bambini crescono e diventano adulti, capiscono subito che quello che gli avevano detto da bambini non è vero, eppure riciclano ai figli l’antica bugia. E cioè che tutti vogliono consegnare ai bambini un mondo migliore, è un passaparola che dura da secoli, e il risultato è questa Terra, questa vescichetta d’odio.
Da “Margherita Dolcevita” di Stefano Benni.
(Foto dal web)

 

Parla male degli altri soprattutto chi si rende conto di non poter parlare bene di sé.
-Matteo Romitelli-
(Foto dal web)

 

[…]sul suo distacco
la ragione slitta
numeri d’oro
stanno nei suoi occhi.
Da “Ode al Gatto” di Pablo Neruda.
(Foto dal web)

Potrebbe mai succedere miracolo più grande di riuscire, per un attimo, a guardarci fin dentro il cuore?
Henry David Thoreau
(Elizabeth Gilbert / Big Magic)

 

Ci vogliono grandi occhi per vedere le piccole cose.
-Matteo Fiorillo-
(Foto dal web)

 

La vita stessa è una citazione.
-Jorge Luis Borges-
Foto di Felicia Simion

 

La cosa migliore è essere soli ma mai veramente soli.
Charles Bukowski
“Some Years Back”, Perhydrol.

 

Vivere con immensa e superba imperturbabilità; sempre al di là.
Friedrich Wilhem Nietzsche
(Foto di Demian White)

 

La vita è fatta di piccole felicità insignificanti, simili a minuscoli fiori. Non è fatta solo di grandi cose, come lo studio, l’amore, i matrimoni, i funerali. Ogni giorno succedono piccole cose, tante da non riuscire a tenerle a mente né a contarle, e tra di esse si nascondono granelli di una felicità appena percepibile, che l’anima respira e grazie alla quale vive.
-Banana Yoshimoto-
Illustrazione di Lynn Choi.

 

Niente stressa più delle persone. Niente rilassa più della natura.
– Antonio Curnetta –
Josef Sudek – The Last Rose

 

Ho sempre rifiutato di essere compreso. Essere compreso significa prostituirsi. Preferisco essere preso seriamente per quello che non sono, ignorato umanamente con decenza e naturalezza.
Fernando Pessoa
(Foto dal web)

 

Non sono mai stato pienamente d’accordo con l’altra parte di me. La verità a quanto pare, sta nel mezzo, tra me e l’altra parte di me.
-Kahlil Gibran-
(Foto dal web)

 

La vita è un po’ come il jazz.
Viene meglio quando si improvvisa.
-George Gershwin-
(Foto dal web)

 

E Ciàula si mise a piangere, senza saperlo, senza volerlo, dal gran conforto, dalla grande dolcezza che sentiva, nell’averla scoperta, là, mentr’ella saliva pel cielo, la Luna, col suo ampio velo di luce, ignara dei monti, dei piani, delle valli che rischiarava, ignara di lui, che pure per lei non aveva più paura, né si sentiva più stanco, nella notte ora piena del suo stupore.
Da “Ciàula scopre la luna” di Luigi Pirandello.
The Knowing – Jennifer Hillman

 

I due odori più buoni e più santi son quelli del pane caldo e della terra bagnata dalla pioggia.
-Ardengo Soffici-
(Foto dal web)

 

[…] molti uomini abbandoneranno per strada i loro principi di una vita, insieme alla loro coscienza, al fine di continuare ad appartenere al branco e per vantaggio personale.
Dimmi dove un uomo prende il suo pane e ti dirò quali sono le sue opinioni.
Mark Twain
(Robert e Shana ParkeHarrison Art)

Io me lo ricordo il presente.
(Photographic Print by brickrena at Art.com)

 

Nella vita talvolta è necessario saper lottare non solo senza paura, ma anche senza speranza.
-Sandro Pertini-
(Foto dal web)

 

Oh come si desidera a volte poter scappare dall’insulsa monotonia dell’umana eloquenza, dalle frasi sublimi, per cercare rifugio nella natura, apparentemente così silenziosa, oppure nel mutismo di fatiche lunghe ed estenuanti, del sonno profondo, di musica vera o dell’umana comprensione zittita dall’emozione!
-Boris Pasternak-
(Foto dal web)

 

La felicità è come gli orologi: i meno complicati sono quelli che si guastano meno.
Nicolas-Sébastien Roch de Chamfort
“La persistenza della memoria”, Salvador Dalì.

 

Perché mi hanno chiusa fuori dal Cielo?
Cantavo troppo forte?
Emily Dickinson
(Foto dal web)

 

“Bisogna essere sempre più parchi di parole insignificanti per trovare quelle parole di cui si ha bisogno. Il silenzio deve alimentare nuove possibilità di espressione.”
Il 30 novembre del 1943 moriva nel campo di sterminio di Auschwitz la scrittrice olandese di origine ebraica Etty Hillesum.
(Foto dal web)

N.B. Le immagini sono state reperite nel web, quindi considerate di pubblico dominio e appartenenti a google e ai legittimi proprietari. Qualora si ritenesse che possano violare diritti di terzi, si prega di scrivere al seguente indirizzo lacapannadelsilenzio@yahoo.it e saranno immediatamente rimosse.

 

Lascia un commento

error: Content is protected !!