Dicembre 2018 – Pensieri e immagini

Le ferite più grandi non me le sono fatte cadendo, ma abbracciando le persone sbagliate.
Anonimo
Foto di Phoebe Rudomirohere

 

La speranza è quella cosa piumata
che si posa sull’anima
canta melodie senza parole
e non smette mai.
Emily Dickinson
(Foto dal web)

 

Se niente ci salva dalla morte, che almeno l’amore ci salvi dalla vita.
Pablo Neruda
(Foto dal web)

 

L’elemento più delicato sarà il primo a cadere.
-Arthur Bloch-
(Foto dal web )

 

E non succedeva mai niente di interessante.
Niente.
La gente era limitata e diffidente.
Tutta uguale.
E io dovevo vivere con queste teste di cazzo per il resto della mia vita.
Pensavo.
Charles Bukowski — Immagine reperita nel web

 

Noi non ci preoccuperemo di quello che il destino per noi ha stabilito, cammineremo insieme, mano nella mano, con l’anima infantile di quelli che si amano in modo puro.
Paul Verlaine
W. Eugene Smith, “The walk to paradise garden”.

 

Ciò che impedisce alle persone di vivere insieme è la loro stupidità, non le loro differenze.
-Anna Gavalda-
(Foto dal web)

 

Rimanere se stessi in un mondo che giorno e notte si adopera per trasformare ciascuno di noi in un essere qualsiasi vuol dire combattere la battaglia più dura della vita.
-Edward Estlin Cummings-
(Foto dal web)

 

Il primo sguardo dalla finestra al mattino
il vecchio libro ritrovato
volti entusiasti
neve, il mutare delle stagioni
il giornale
il cane
la dialettica
fare la doccia, nuotare
musica antica
scarpe comode
capire
musica moderna
scrivere, piantare
viaggiare
cantare
essere gentili.
Bertolt Brecht, “Piaceri”.
(Foto dal web)

 

Era in preda a una di quelle crisi in cui l’anima mostra tutto ciò che contiene, come l’oceano che nelle tempeste si spalanca dalle alghe della riva alle sabbie degli abissi.
“Madame Bovary”, Gustave Flaubert
(Fotografia di Noell S. Oszvald)

 

L’ignoranza è una patologia che colpisce molte persone. I sintomi sono la cattiveria, la presunzione, l’invidia e la maleducazione.
-Totò-

 

“Idillio” di Robert Walser
Qui tutto è silenzio, qui mi sento bene,
i pascoli sono freschi e puri
e le chiazze d’ombra e di sole
vanno d’accordo come bambini giudiziosi.
Qui si libera la mia vita
fatta d’intensa nostalgia,
qui si libera il mio volere.
Una commozione silenziosa mi prende,
linee attraversano i sensi,
non so, tutto è intrico
e tutto è contraddetto.
Non odo più lamenti
e tuttavia ci sono nell’aria lamenti
lievi, candidi, come in sogno
e di nuovo non capisco più nulla.
So solo che qui tutto è silenzio,
niente più assilli e costrizioni,
qui mi sento bene e posso stare in pace
poiché nessun tempo mi misura il tempo.
(Foto di Noell Oszvald)

 

Accontentarsi di scoprire e guardarsi bene dal darne una spiegazione.
-Georges Braque-
(“La gazza”, Claude Monet)

 

L’ultimo pezzo del cammino, quella scaletta che conduce sul tetto da cui si vede il mondo o sul quale ci si può distendere a diventare una nuvola, quell’ultimo pezzo va fatto a piedi, da soli.
-Tiziano Terzani-
(Lissy Elle Photography)

 

Se c’è sulla terra e fra tutti i nulla qualcosa da adorare, se esiste qualcosa di santo, di puro, di sublime, qualcosa che assecondi questo smisurato desiderio dell’infinito e del
vago che chiamano anima, questa è l’arte.
Gustave Flaubert
“Winter Landscape with Skaters and Bird Trap” by Pieter Bruegel.

 

Se Dio esiste, esagera.
-George Brassens-
(Kate Maldonado Photography)

 

Le anime superiori conoscono sempre e comunque il dubbio. A dominare il mondo, però, sono i mediocri e la loro convinzione inflessibile di essere nel giusto.
-Vasilij Grossman-
(Foto dal web)

 

Un bambino che sale lo scivolo in senso inverso compie la sua prima rivoluzione.
-Gianni Solla-
(Foto dal web)

 

Nonostante tu possa estendere i tuoi campi all’infinito, non potrai mai mangiare più di tanto riso al giorno; e nonostante possa rendere la tua casa grande come un castello, quando ti sdraierai non occuperai più spazio di prima.
(Proverbio cinese)
“In The Rice Field” by Carol Wisniewski

 

È meglio morire incompresi che passare la vita a spiegarsi.
-William Shakespeare-
(Foto di Emily Soto)

 

L’uomo che osa sprecare anche un’ora del suo tempo non ha scoperto il valore della vita.
-Charles Darwin-
(Foto di Lynn Langmade)

 

Più forte è il carattere, più fragile è l’anima. La durezza apparente è la corazza di chi ci ha messo troppo cuore e non vuole soffrire più.
@AvvErmetico
(Foto dal web)

 

Le parole ci stancano,
risalgono da un’acqua lapidata;
forse il cuore ci resta, forse il cuore…
-Salvatore Quasimodo-
(Foto dal web)

 

È bello svegliarsi e non farsi illusioni.
Ci si sente liberi e responsabili.
Una forza tremenda è in noi, la libertà.
-Cesare Pavese-
(Foto dal web)

 

 

 

L’arte non insegna nulla, tranne il senso della vita.
-Henry Miller-
“Ragazza col turbante”, Jan Vermeer

 

Per me il presente è l’eternità e l’eternità è sempre in movimento, scorre, si dissolve. Questo attimo è vita. E quando passa, muore. Ma non si può ricominciare a ogni nuovo attimo, ci si deve basare su quelli già morti. È un po’ come le sabbie mobili… senza scampo fin dall’inizio. Un racconto, un quadro possono far rivivere un poco la sensazione, ma mai abbastanza, mai abbastanza. Niente è reale, eccetto il presente, e io mi sento già soffocare sotto il peso dei secoli. Un centinaio di anni fa una ragazza ha vissuto come vivo io. Poi è morta. Io sono il presente, ma so che anch’io me ne andrò. L’istante sublime, la fiamma che consuma arriva e subito scompare: sabbie mobili, sempre. E io non voglio morire.
-Sylvia Plath-
(Foto dal web)

 

Sai vivere quando pur vivendo in questo mondo complicato, resti semplice.
Pur vivendo in questo mondo ingiusto resti giusto.
Pur vivendo in questo mondo di disonesti resti onesto.
Ma soprattutto sai vivere quando in questo mondo senza amore riesci ancora ad amare.
Charlie Chaplin
( Foto dal film “Il monello”)

 

Persino il mare sembra senza limiti, eppure canta solo quando li trova: infrangendosi sulla chiglia diventa schiuma; spezzandosi sugli scogli, vapore; sfinendosi sulle spiagge, risacca. La bellezza nasce dai limiti, sempre.
-Alessandro D’Avenia –
(Foto dal web)

 

Qualsiasi fede rende insolenti; acquisita di recente, inasprisce gli istinti peggiori. Chi non la condivide passa per un vinto o per un incapace, che non merita altro che pietà e disprezzo. Osservate i neofiti della politica e soprattutto della religione, tutti quelli che sono riusciti a interessare Dio alle loro faccende, i convertiti, i nuovi ricchi dell’Assoluto. Confrontate la loro impertinenza con la modestia e le buone maniere di quelli che stanno perdendo la loro fede e le loro convinzioni.
-Emil Cioran-
(Foto di Amy Weiss)

 

Ognuno ha una capanna nel cuore dove si rifugia ogni qual volta la pioggia della vita cade troppo forte.
-Romano Battaglia-
(Foto dal web)

 

Se non si sa da che parte iniziare s’incominci da una carezza.
-Paolo Crepet-
(Foto dal web)

 

“Vorrei poter mettere lo spirito del Natale all’interno di un barattolo e poterlo tirare fuori mese per mese, poco alla volta..”
-Harlan Miller-
( Foto da Pinterest)

 

Amiamo la vita non già perché assuefatti alla vita, ma perché avvezzi ad amare. Vi è sempre un po’ di follia nell’amore. Ma c’è sempre anche un po’ di ragione nella stessa follia. Ed anche a me, che amo la vita, le farfalle e le bolle di sapone e tutto ciò che loro rassomiglia tra gli uomini, sembra conoscere nel miglior modo la gioia. Veder svolazzare codeste animule leggere, svelte, graziose, seduce Zarathustra alle lacrime e al canto. Crederei solo a un Dio che sapesse danzare.
Friedrich Nietzsche, “Così parlò Zarathustra”
(Foto dal web)

 

Emily Dickinson aveva venticinque anni quando decise di estraniarsi dal mondo e di rinchiudersi nella sua camera, dalla quale non uscì mai più. Era convinta che con la fantasia si potesse ottenere tutto, persino la felicità, nonostante la sua solitudine. Al momento della sua morte vennero scoperte nella sua camera 1775 poesie scritte su foglietti ripiegati e cuciti con ago e filo, contenute tutte in un raccoglitore. Fra loro, alcune delle più belle poesie d’amore di tutti i tempi. Eppure lei l’Amore non lo aveva mai conosciuto nella realtà. Quindi, chi può dire che ciò che viviamo all’interno della nostra anima non sia reale? Solo perché gli altri non vedono, non vuol dire che non esista.”
(Cit.)
Foto dal web

 

Lo so
che tutto è già stato descritto:
l’amore, l’odio, l’ira e il dolore.
Lo so.
Lo so
che ogni parola ha infiniti padroni:
morti e vivi, sinceri e falsi.
Lo so.
Ma so anche
che a nessun altro è dato di vivere me stesso.
Ecco perché a nessuno concedo
di parlare al mio posto.
-Rainer Malkowski-
(The Interview – Timeless by Stella Sidiropoulou)

 

Non sapevo bene che cosa dirgli. Mi sentivo molto maldestro.
Non sapevo bene come toccarlo, come raggiungerlo…
Il paese delle lacrime è così misterioso.
-Antoine de Saint-Exupéry
(Foto dal web)

 

La sola anormalità è l’incapacità di amare.
-Anaïs Nin
(Immagine dal web)

N.B. Le immagini sono state reperite nel web, quindi considerate di pubblico dominio e appartenenti a google e ai legittimi proprietari. Qualora si ritenesse che possano violare diritti di terzi, si prega di scrivere al seguente indirizzo lacapannadelsilenzio@yahoo.it e saranno immediatamente rimosse.

 

Lascia un commento

error: Content is protected !!