Abbiamo ancora il sogno di Martin Luther King

Hanno ucciso il grande uomo, | questo no, non è vero, | perché lui vive in noi. | Hanno ucciso Luther King.
Rino Gaetano

Martin Luther King biografia e citazioni
Il quindici gennaio del 1929
nasce ad Atlanta, in Georgia, uno degli stati americani in cui le tensioni razziali tra bianchi e neri sono particolarmente accese, Martin Luther king, figlio di un pastore della Chiesa Battista.
Nel periodo storico in cui Martin comincia a muovere i suoi primi passi in Georgia, così come in altri stati del sud, nonostante fosse stata abolita la schiavitù dei neri, strappati con violenza dall’Africa e sfruttati per più di due secoli, vigono ancora delle inammissibili leggi razziali che discriminano la vasta comunità afroamericana.
Ai neri non è consentito frequentare le stesse scuole dei bianchi e partecipare alla vita politica del paese in cui vivono. Il loro lavoro è sottopagato e non possono acquistare o affittare una casa dove desiderano farlo.
La vita dei neri si trascina così in quartieri poveri e sovrappopolati spesso privi di servizi igienico-sanitari fondamentali per la loro salute.
A sei anni Martin comincia già a scontrarsi con la dura realtà del razzismo.
In una bella giornata autunnale, perfetta per giocare all’aperto con i suoi coetanei, si reca nella villa di due suoi amici bianchi.
Bussa e si affaccia alla porta la madre dei due fratelli.
Non un sorriso, nè un saluto vengono rivolti al piccolo Martin che infrange il silenzio chiedendo alla donna se i suoi figli possono venire a giocare con lui.

Martin Luther King biografia e citazioni
Un secco no è la risposta da lui ricevuta. Il bambino comincia a tempestarla di domande per accertarsi che i suoi amici non siano malati.
La donna lo rassicura sulla salute dei suoi figli e Martin le chiede di poter giocare con loro il giorno dopo.
A quel punto, messa alle strette dall’insistenza del bambino, la signora gli spiega che ciò non potrà più avvenire perché con l’inizio della scuola i tre ragazzini intraprenderanno strade diverse. Martin è  ‘colored ’, nero, e i suoi figli sono ‘white’, bianchi. Con queste parole si congeda dal bambino, disorientato da quella misteriosa risposta. Non riesce, infatti, a comprendere cosa voglia dire avere un colore di pelle diversa e per quale ragione, a causa della sua carnagione marroncina, debba essere costretto a separarsi dai suoi amici.
Torna a casa e chiede spiegazioni dell’accaduto alla madre che, in modo molto semplice, gli racconta la storia degli afroamericani, della presunta libertà dopo l’abolizione della schiavitù, dei pregiudizi di molti bianchi nei confronti dei neri e della segregazione ancora presente nel loro paese.
Conclude, però, con un suggerimento che Martin custodirà dentro di sé: «qualunque cosa ti diranno, non dovrai mai dubitare di essere un bambino come gli altri».
L’infanzia di Martin trascorre come quella di tutti i bambini afroamericani che incontrano barriere ovunque vadano anche con la visione di cartelli con scritto ‘colored’ e ‘white’.

martin luther king biografia e citazioni
Venuto a conoscenza della morte per dissanguamento della sua cantante preferita, Bessie Smith, rifiutata dopo un incidente dagli ospedali per bianchi di Atlanta, resta profondamente ferito nello scoprire giorno dopo giorno le ingiustizie commesse nei confronti dei neri.
Notevole è l’influenza nella sua vita del pensiero di Gandhi e della sua lotta non-violenta attuata in India contro la colonizzazione britannica.
Nel 1953 si laurea in Filosofia a Boston e l’anno seguente si trasferisce insieme alla moglie Coretta a Montgomery, nello stato dell’Alabama, per esercitare il ministero di pastore.
Il 10 dicembre 1955 avviene un episodio di enorme importanza: Rosa Parks, una lavoratrice nera, rifiuta, contravvenendo a quanto prescritto dalla legge, di alzarsi e cedere il posto da lei occupato riservato ai bianchi.

martin luther king biografia e citazioni
Per tale ragione la donna viene arrestata e imprigionata.
La notizia si diffonde rapidamente e i pastori della comunità afroamericana si riuniscono e decidono di eleggere all’unanimità Martin Luther King capo del Movimento per i Diritti Civili.
Insieme agli altri pastori, Martin propone di attuare una protesta non-violenta e invita i neri a non salire più su un autobus.
La lotta ottiene un inaspettato successo e il boicottaggio dei mezzi pubblici dura 382 giorni.
Il danno economico recato alle compagnie degli autobus, piuttosto rilevante, induce i bianchi ad abolire la segregazione razziale nei mezzi di trasporto.
Nonostante le minacce e la distruzione della sua casa ad opera di un attentato dinamitardo, Martin Luther King, dopo un breve periodo di sconforto, riprende a lottare pacificamente e viene arrestato ed imprigionato più volte.

Martin Luther king biografia e pensieri
Durante un periodo trascorso nella cella di una prigione scrive una lettera indirizzata ai bianchi: «È facile dire: “aspettate”. Ma quando avete visto una plebaglia inferocita linciare a volontà le vostre madri e i vostri padri… e i poliziotti pieni d’odio maledetto colpire e perfino uccidere impunemente i vostri fratelli e le vostre sorelle… quando sentite la vostra lingua torcersi se cercate di spiegare alla vostra bambina di sei anni perché non può andare al luna- park, e vedete spuntarle le lacrime quando sente che è chiuso ai bambini neri… quando vi perseguita notte e giorno il fatto di essere nero, non sapendo mai che cosa vi può accadere; allora voi comprendete perché per noi è tanto difficile aspettare.»
Gli attacchi della polizia nei confronti di pacifici e disarmati dimostranti sono molto cruenti e nel 1963, grazie alla pressione internazionale di un’opinione pubblica profondamente indignata dal regime di apartheid instaurato negli Stati Uniti, viene dichiarata illegale la segregazione e abolita la disparità salariale tra bianchi e neri.

luther king 7
Il 28 agosto dello stesso anno Martin Luther King, dinnanzi ad una folla composta da bianchi e neri e alle telecamere di tutto il mondo, pronuncia un discorso che toccherà il cuore dei suoi contemporanei e dei posteri: “I have a dream” ( Ho un sogno ).
«Il cammino è pieno di asprezze, ma nonostante le fatiche e le umiliazioni, ho ancora un sogno. Sogno che sulle rosse colline della Georgia i figli degli antichi schiavi e degli schiavisti possano sedere insieme al tavolo della fratellanza. Sogno che lo Stato del Mississipi, rigonfio d’oppressione e di brutalità, sia trasformato in terra di libertà e di giustizia. Sogno che un giorno l’Alabama sia trasformato in uno Stato dove bambine e bambini neri potranno dare la mano a bambine e bambini bianchi, e camminare insieme come fratelli e sorelle… Con questa fede torno nel Sud. Con questa fede staccheremo alla montagna dell’angoscia una scheggia di speranza. Con questa fede potremo lavorare insieme, pregare insieme, lottare insieme, andare in prigione insieme, sapendo che un giorno saremo liberi. Quando ciò avverrà, tutti i figli di Dio, bianchi e neri, ebrei e pagani, evangelici e cattolici, potranno giungere le mani e cantare l’antico inno degli schiavi: “Finalmente liberi! Finalmente liberi! Gran Dio onnipotente, siamo finalmente liberi!»

L’anno seguente viene approvata la legge per i diritti civili e il 14 ottobre dello stesso anno, a soli trentacinque anni, viene assegnato a Martin Luther King il Premio Nobel per la Pace con la seguente motivazione: « per aver fermamente e continuamente sostenuto il principio della non-violenza nella lotta razziale nel suo Paese. »
Il denaro del premio viene messo a disposizione del Movimento per i Diritti Civili che estende la propria protesta al coinvolgimento degli Stati Uniti nella guerra del Vietnam e ai diritti negati ai lavoratori.Martin Luther King, biografia, pensiero e citazioni
Il 4 aprile del 1968, a Menphis, un killer uccide Martin Luther King con un proiettile sparato da un fucile di precisione. L’uomo aveva appena partecipato ad una manifestazione di solidarietà accanto ai netturbini neri.
Nonostante l’esecutore dell’omicidio sia stato catturato e abbia dichiarato la propria colpevolezza per poi ritrattarla, affermando di essere stata la vittima di un complotto, la morte di Martin Luther King resta ancora avvolta nel mistero.
Ad un altro grande uomo che ha contribuito a cambiare la storia dell’umanità, dedico una raccolta dei suoi più noti pensieri con l’auspicio che in un mondo ancora afflitto da tensioni razziali e religiose, il sogno di Martin Luther King di un’umanità unita a dispetto di qualsiasi credo o colore della pelle, si possa un giorno non lontano finalmente realizzare.
Buona lettura.

***

La lapide dove è stato riportato il famoso pensiero di Martin Luther King: “Finalmente libero! Finalmente libero! Gran Dio onnipotente, sono finalmente libero!"

La lapide dove è stato riportato il famoso pensiero di Martin Luther King: “Finalmente libero! Finalmente libero! Gran Dio onnipotente, sono finalmente libero!”

Potrò essere crocifisso, potrò anche morire, ma voglio che i miei fratelli dicano: “è morto perché io sia libero”.
***
Ignorare il male equivale ad esserne complici.
***
Ogni uomo deve decidere se camminerà nella luce dell’altruismo creativo o nel buio dell’egoismo distruttivo. Questa è la decisione. La più insistente ed urgente domanda della vita è: “Che cosa fate voi per gli altri?”
***

luther king 8
Ai nostri più accaniti oppositori noi diciamo: Noi faremo fronte alla vostra capacità di infliggere sofferenze con la nostra capacità di sopportare le sofferenze; andremo incontro alla vostra forza fisica con la nostra forza d’animo. Fateci quello che volete e noi continueremo ad amarvi. Noi non possiamo in buona coscienza, obbedire alle vostre leggi ingiuste, perché la non cooperazione col male è un obbligo morale non meno della cooperazione col bene. Metteteci in prigione e noi vi ameremo ancora. Lanciate bombe sulle nostre case e minacciate i nostri figli e noi vi ameremo ancora. Mandate i vostri incappucciati sicari nelle nostre case nella notte, batteteci e lasciateci mezzi morti e noi vi ameremo ancora. Ma siate sicuri che noi vi vinceremo con la nostra capacità di soffrire. Un giorno noi conquisteremo la libertà, ma non solo per noi stessi: faremo talmente appello al vostro cuore ed alla vostra coscienza che alla lunga conquisteremo voi e la nostra vittoria sarà una duplice vittoria. L’amore è il potere più duraturo che vi sia al mondo.
***
La salvezza dell’uomo è nelle mani dei disadattati creativi.
***
Abbiamo imparato a volare come gli uccelli, a nuotare come i pesci, ma non abbiamo ancora imparato la semplice arte di vivere insieme come fratelli.
***

Martin Luther King, biografia, pensiero e citazioni
La mia libertà finisce dove comincia la vostra.

***
Un giorno la paura bussò alla porta. Il coraggio andò ad aprire e non trovò nessuno.
***
Se non puoi essere un pino sul monte, sii una saggina nella valle, ma sii la migliore, piccola saggina sulla sponda del ruscello.
Se non puoi essere un albero, sii un cespuglio.
Se non puoi essere un’autostrada, sii un sentiero.
Se non puoi essere il sole, sii una stella.
Sii sempre il meglio di ciò che sei.
Cerca di scoprire il disegno che sei chiamato ad essere. Poi mettiti con passione a realizzarlo nella vita.
***
Non ci può essere profonda delusione dove non c’è un amore profondo.
***
Le nostre vite cominciano a finire il giorno in cui stiamo zitti di fronte alle cose che contano.
***

Martin Luther King, biografia, pensiero e citazioni
Anche se sapessi che domani il mondo andrà in pezzi, vorrei comunque piantare il mio albero di mele.
***
Per farsi dei nemici non è necessario dichiarare guerra, basta dire quello che si pensa.
***
Nulla al mondo è più pericoloso che un’ignoranza sincera ed una stupidità coscienziosa.
***
Dobbiamo imparare a vivere insieme come fratelli o periremo insieme come stolti.
***
Una rivolta è in fondo il linguaggio di chi non viene ascoltato.
***

luther king 5

La Storia dovrà registrare che in questo periodo di transizione sociale non ci fu solo lo stridente clamore delle persone cattive, ma il silenzio spaventoso delle persone buone.
***
La vigliaccheria chiede: è sicuro? L’opportunità chiede: è conveniente? La vana gloria chiede: è popolare? Ma la coscienza chiede: è giusto?
***

Martin Luther King, biografia, pensiero e citazioni
Fino a che tutti non sono liberi, nessuno è libero.

***
Giudico le persone in base ai loro principi, non ai miei.
***
Di fronte alle difficoltà della mia situazione, ho realizzato che ci fossero due modi per per superarla: o affrontandola con amarezza, oppure trasformando la sofferenza in forza creativa. Ho deciso di seguire quest’ultima.
***
Se non puoi essere una via maestra, sii un sentiero. Se non puoi essere il sole, sii una stella. Sii sempre il meglio di ciò che sei.
***

Se avremo aiutato una sola persona a sperare, non saremo vissuti invano.
***
Non è grave il clamore chiassoso dei violenti, bensì il silenzio spaventoso delle persone oneste.
***
La pace non è solo un fine remoto da raggiungere, ma un mezzo per raggiungere quel fine.
***
Alla fine ricorderemo non le parole dei nostri nemici, ma il silenzio dei nostri amici.
***
Il miglior futuro è basato sul passato dimenticato, non puoi andare bene nella vita prima di lasciare andare i tuoi fallimenti passati e i tuoi dolori.
***
I sogni non sempre si realizzano. Ma non perché siano troppo grandi o impossibili. Perché noi smettiamo di crederci.
***
L’amore è l’unica forza capace di trasformare un nemico in amico.
***

Martin Luther King, biografia, pensiero e citazioni
[Rifiutando una pistola ricevuta in regalo] Sono un predicatore della non violenza. Non ho diritto di portarla. E poi, ciò che conta non è quanto si vive, ma come si vive.
***
La tenebra non può scacciare la tenebra: solo la luce può farlo. L’odio non può scacciare l’odio: solo l’amore può farlo. L’odio moltiplica l’odio, la violenza moltiplica la violenza, la durezza moltiplica la durezza, in una spirale discendente di distruzione.
***
L’ultima misura di un uomo non è la sua posizione in momenti confortevoli e convenienti, ma la sua posizione in tempi di sfida e di controversie.
***
Finalmente libero, finalmente libero,
grazie a Dio onnipotente sono finalmente libero.
(Epitaffio sulla sua tomba presso il “The King Center Martin Luther King”, Atlanta, Georgia)
***
Può darsi che non siate responsabili per la situazione in cui vi trovate, ma lo diventerete se non fate nulla per cambiarla.
***
L’unico modo per andare avanti è andare avanti. Dire “lo posso fare” anche quando sai che non puoi.
***

luther king 3
Sì, è vero, io stesso sono vittima di sogni svaniti, di speranze rovinate, ma nonostante tutto voglio concludere dicendo che ho ancora dei sogni, perché so che nella vita non bisogna mai cedere.
Se perdete la speranza, perdete anche quella vitalità che rende degna la vita, quel coraggio di essere voi stessi, quella forza che vi fa continuare nonostante tutto.
Ecco perché io ho ancora un sogno…
Ho il sogno che un giorno gli uomini si rizzeranno in piedi e si renderanno conto che sono stati creati per vivere insieme come fratelli.
***

Questa mattina ho ancora il sogno che un giorno ogni nero della nostra patria, ogni uomo di colore di tutto il mondo, sarà giudicato sulla base del suo carattere piuttosto che su quella del colore della sua pelle, e ogni uomo rispetterà la dignità e il valore della personalità umana.
Ho ancora il sogno
che un giorno la giustizia scorrerà come acqua e la rettitudine come una corrente poderosa.
Ho ancora il sogno
che un giorno la guerra cesserà,
che gli uomini muteranno le loro spade in aratri e che le nazioni non insorgeranno più contro le nazioni, e la guerra non sarà neppure oggetto di studio.
Ho ancora il sogno
che ogni valle sarà innalzata e ogni montagna sarà spianata. Con questa fede noi saremo capaci di affrettare il giorno in cui vi sarà la pace sulla terra.
***Martin Luther King biografia e citazioni

L’uomo deve elaborare per ogni conflitto umano un metodo che rifiuti la vendetta, l’aggressione e la rappresaglia. Il fondamento d’un tale metodo è l’amore.
***
Il capitalismo corre sempre il rischio di ispirare gli uomini ad essere più interessati a guadagnarsi da vivere che a vivere.
***

Puoi avere abbastanza felicità da renderti dolce,
difficoltà a sufficienza da renderti forte,
dolore abbastanza da renderti umano,
speranza sufficiente a renderti felice.
Mettiti sempre nei panni degli altri.
Se ti senti stretto, probabilmente anche loro si sentono così.
***
Tutto il lavoro che eleva l’umanità ha dignità ed importanza e dovrebbe essere intrapreso con scrupolosa eccellenza.
***
L’ingiustizia in qualsiasi luogo è una minaccia alla giustizia, ovunque.
***luther king 1
N.B. Le immagini e i video sono stati reperiti nel web, quindi considerati di pubblico dominio e appartenenti a google e a youtube. Qualora si ritenesse che possano violare diritti di terzi, si prega di scrivere al seguente indirizzo lacapannadelsilenzio@yahoo.it e saranno immediatamente rimossi.
Digiprove sealCopyright secured by Digiprove © 2015

3 commenti

Lascia un commento