“Ringraziamento” di Wislawa Szymborska.

Poesia originale e suggestiva, “Ringraziamento“, di Wislawa Szymborska, analizza uno stato di “non amore”, interpretandolo in chiave positiva. La bellezza di questa poesia è proprio racchiusa in questo “non amore”, mostrando il pensiero della grande poetessa che, come molte persone estremamente sensibili, vive l’amore in modo talmente intenso da non riuscire a vivere momenti di serenità. Nessuna rinuncia all’amore, però, al contrario di ciò che potrebbe sembrare…

Una foto di Wislawa Szymborska, la poetessa polacca che vinse il Premio Nobel per la Letteratura nel 1996.
(AP Photo/Czarek Sokolowski).

Ringraziamento” di Wislawa Szymborska.

Devo molto
a quelli che non amo.
Il sollievo con cui accetto
che siano più vicini a un altro.

La gioia di non essere io
il lupo dei loro agnelli.

Mi sento in pace con loro
e in libertà con loro,
e questo l’amore non può darlo,
né riesce a toglierlo.

Non li aspetto
dalla porta alla finestra.
Paziente
quasi come un orologio solare,
capisco
ciò che l’amore non capisce,
perdono
ciò che l’amore non perdonerebbe mai.

Da un incontro a una lettera
passa non un’eternità,
ma solo qualche giorno o settimana.

I viaggi con loro vanno sempre bene,
i concerti sono ascoltati fino in fondo,
le cattedrali visitate,
i paesaggi nitidi.

E quando ci separano
sette monti e fiumi,
sono monti e fiumi
che si trovano in ogni atlante.

È merito loro
se vivo in tre dimensioni,
in uno spazio non lirico e non retorico,
con un orizzonte vero, perché mobile.

Loro stessi non sanno
quanto portano nelle mani vuote.

“Non devo loro nulla” –
direbbe l’amore
su questa questione aperta.

Wislawa Szymborska


N.B. Le immagini sono state reperite nel web, quindi considerate di pubblico dominio e appartenenti a google e ai legittimi proprietari. Qualora si ritenesse che possano violare diritti di terzi, si prega di scrivere al seguente indirizzo lacapannadelsilenzio@yahoo.it e saranno immediatamente rimosse.

Lascia un commento