Raccolta pensieri e immagini (Novembre 2016)

Domani sarò ciò che oggi ho scelto di essere.
_ James Joyce _
Matthieu Forichon Illustration.

 

Avevi l’abitudine di andare ogni mattina a spiare l’arrivo della luce in giardino. Con in mano la prima tazza di caffè, coglievi la fortuna di esistere, di risvegliarti con la natura qui, in questo angolo del pianeta, di rianimarti e di toccare terra, prima di affrontare lo sforzo di vivere…
_ Colette Nys-Mazure _
Immagine reperita nel web.

 

Non avvicinarti alla mia tomba piangendo.
Non ci sono.
Non dormo lì.
Io sono come mille venti che soffiano.
Io sono come un diamante nella neve, splendente. Io sono la luce del sole sul grano dorato.
Io sono la pioggia gentile attesa in autunno.
Quando ti svegli la mattina tranquilla, sono il canto di uno stormo di uccelli.
Io sono anche le stelle che brillano, mentre la notte cade sulla tua finestra.
Perciò non avvicinarti alla mia tomba piangendo.
Non ci sono.
Io non sono morto.
Canto Navajo
“Blowing in the wind”, Valeria Docampo.

 

E saprò accarezzare i nuovi fiori, perché tu m’insegnasti la tenerezza.
_ Pablo Neruda _
Immagine reperita nel web.

 

Essere guardato e non soltanto visto, essere ascoltato e non soltanto udito.
_ Khaled Hosseini _
Immagine reperita nel web.

 

Il problema dell’umanità è che gli stupidi sono strasicuri, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi.
_ Bertrand Russell _
Immagine reperita nel web.

 

A dispetto di tutto mi rialzerò: prenderò la mia penna, che ho abbandonato nel mio profondo scoraggiamento, e continuerò il mio disegno.
_ Vincent Van Gogh _

 

Tara… A casa… A casa mia! E troverò un modo per riconquistarlo. Dopotutto, domani è un altro giorno!”
(Via col vento, 1939).

 

«Dove sono gli uomini?» riprese poi il piccolo principe. «Si è un po’ soli nel deserto…»
«Si è soli anche fra gli uomini» disse il serpente.
_ Antoine de Saint-Exupéry _
Immagine reperita nel web.

 

Mi piacciono gli amici dalle menti indipendenti che ti consentono di vedere i problemi da angolazioni diverse.
_ Nelson Mandela _
Immagine reperita nel web.

 

Perché sono troppo viva,
troppo traboccante, per vivere “tra parentesi”.
Ho battuto i piedi per la rabbia e ho pianto;
poi mi sono impegnata a cercare un ruolo,
un posto per me
che richiedesse tutto quello che ho da dare.
_ Anaïs Nin _
Immagine reperita nel web.

 

Amo solo i lupi solitari, perché quelli in branco non sono poi così diversi dalle pecore.
_ Andrea Libero _
Immagine reperita nel web.

 

Dimmi, qualche volta non ti vola via il cuore?
_ Charles Baudelaire _
“Black Cat In Silvery Moonlight”, Laura Iverson.

 

Si diventa selettivi con l’età. Per consapevolezza, perché non si ha più voglia di perdere tempo, perché il tempo assume un altro valore.
Melpomene.
Nina de San Illustration.

 

Rimani con chi ti bacia l’anima,
la pelle te la bacia chiunque.
_ Charles Bukowski _
Nino Chakvetadze Art.

 

Sii sempre pronto a dire ciò che pensi, e il vile ti scanserà.
_ William Blake _
Lidia Puspita Illustration.

 

Non con la collera, col riso si uccide.
_ Friedrich Nietzsche _
Disegno di Toru Sanogawa

 

Dovremmo imparare dalla neve a entrare nella vita degli altri con quella grazia e quella capacità di stendere un velo di bellezza sulle cose.
_ Cristiano Mauri _
Immagine reperita nel web.

 

E ogni volta mi sono bevuta le lacrime e mi sono messa a ridere.
_ Margaret Mazzantini _
Minna Immonen Illustration.

 

Ora pensiamo in positivo.
Pensa al momento in cui morirai ma sarai felice di morire perché hai vissuto bene. Un po’ come quando finisce una bellissima vacanza: certo vorresti qualche giorno in più, però sei contento di tornare, perché te la sei goduta al massimo.
Per quale motivo sorriderai quel giorno, prima di lasciare per sempre questa vita?
Sicuramente non per i soldi che hai accumulato, non per le auto che hai guidato o i vestiti firmati che hai indossato, né tantomeno per la taglia che avevi.
Chi è andato molto vicino al momento supremo ed è tornato indietro, racconta che sorrideva per i bei momenti con gli amici, per il bene fatto al prossimo, per avere vissuto appieno: riso, pianto, lottato (vinto e perso), tutto a suo modo.
Ascolta bene il testo di My Way, cantata da Frank Sinatra, e fai in modo di poterla cantare mentre stai morendo.
_ Claudio Belotti _
Karin Taylor Art.

 

Le parole più belle son spesso quelle non dette, quelle che naufragano nei silenzi.
_ John Keats _
Mizzi Illustration.

 

Sii te stesso. Tutti gli altri sono già occupati.
_ Oscar Wilde _
Couple Illustration and Carson Ellis.

 

Nel bel mezzo dell’odio, ho trovato che c’era, dentro di me, un invincibile amore.
Nel bel mezzo delle lacrime, ho trovato che c’era, dentro di me, un invincibile sorriso.
Nel bel mezzo del caos, ho trovato che c’era, dentro di me, un’invincibile calma.
Nel bel mezzo dell’inverno, ho infine imparato che vi era in me un’invincibile estate.
_ Albert Camus _
Immagine reperita nel web.

 

Se cerchi un tesoro
devi cercarlo nei posti meno visibili,
non cercarlo nelle parole della gente,
troveresti solo vento.
Cercalo in fondo all’anima di chi sa parlare con soli silenzi.
_ Alda Merini _
“Fly Away”, Alexa-Asta.

 

«È il possesso culturale del mondo che dà felicità. Non lasciarti tentare dai campioni dell’infelicità, della mutria cretina, della serietà ignorante. Sii allegro. T’insegneranno a non splendere. E tu splendi, invece».
Pier Paolo Pasolini, Lettere luterane (29 maggio 1975).
Fotografia di Philippe Séclier.

 

Sono stanco di vedere facce femminili ritoccate, tette strabordanti dalle scollature in concorrenza, culi in mostra, tacchi, trucchi fetish e gesti hard da donnacce, ormai non più distinguibili da quelle del mestiere. Voglio vedere donne con la loro femminilità nei gesti morbidi e gentili, nei sorrisi aggraziati, nelle movenze seducenti, ma accennate, dalle parole dolci e decise allo stesso tempo. Dai pensieri originali e nuovi. Vorrei vedere donne indipendenti, non succubi dell’uomo a cui immolano la propria dignità, femmine dai cuori di ghiaccio fuso, compagne e amiche dell’uomo, libere e sincere. Vere.
_ Charles Bukowski _
Nella foto Mickey Rourke nel ruolo di Henri Chinaski in “Barfly” – Immagine reperita nel web.

 

La felicità è come gli orologi: i meno complicati sono quelli che si guastano meno.
_ Nicolas De Chamfort _
“La persistenza della memoria”, Salvador Dalì.

N.B. Le immagini sono state reperite nel web, quindi considerate di pubblico dominio e appartenenti a google e ai legittimi proprietari. Qualora si ritenesse che possano violare diritti di terzi, si prega di scrivere al seguente indirizzo lacapannadelsilenzio@yahoo.it e saranno immediatamente rimosse.

Leave a Reply