Pensieri e immagini (Maggio 2017).

Una persona perdona tutto la prima volta, è tollerante la seconda, ma mai alla terza.
Proverbio africano.
Immagine reperita nel web.

 

Non cercate di prendere i poeti perché vi scapperanno tra le dita.
Alda Merini
“Solitude”, fotografia di Razali Ahmad.

Ci sono due modi di sfuggire alle miserie della vita: la musica e i gatti.
Albert Schweitzer
Immagine reperita nel web.

Abbiamo bisogno di contadini, di poeti, di gente che sa fare il pane,
di gente che ama gli alberi e riconosce il vento.
Più che l’anno della crescita, ci vorrebbe l’anno dell’attenzione.
Attenzione a chi cade, attenzione al sole che nasce e che muore,
attenzione ai ragazzi che crescono,
attenzione anche a un semplice lampione,
a un muro scrostato.
Oggi essere rivoluzionari significa togliere più che aggiungere,
significa rallentare più che accelerare,
significa dare valore al silenzio, al buio, alla luce,
alla fragilità, alla dolcezza.
-Franco Arminio-
Immagine reperita nel web.

 

Aveva la strana abitudine di non raccontare nulla.
Aveva la tempesta dentro e nessuno lo notava.
-Cesare Pavese-
Immagine reperita nel web.

 

Gli unici modi per fuggire dalla vita sono la pazzia e l’ironia.
-Luigi Pirandello-
Immagine reperita nel web.

 

Fa’ che la gente si chieda perché sorridi ancora.
– Elizabeth Town –
Immagine reperita nel web.

 

La fiducia tradita è come uno specchio rotto. Puoi rincollare pure i pezzi ma non vedrai mai più nulla come prima.
-CannovaV-
“Broken Mirrors”, photography by Andreas Heumann.

 

Per qualche perversa ragione, è spesso più divertente desiderare qualcosa che averla.
-David Foster Wallace-
Immagine reperita nel web.

 

Dentro di me c’è una melodia che a volte vorrebbe tanto essere tradotta in parole sue. Ma per la mia repressione, mancanza di fiducia, pigrizia e non so che altro, rimane soffocata e nascosta. A volte mi svuota completamente. E poi mi colma di nuovo di una musica dolce e malinconica.
A volte vorrei rifugiarmi con tutto quel che ho dentro in un paio di parole. Ma non esistono ancora parole che mi vogliano ospitare. È proprio così. Io sto cercando un tetto che mi ripari ma dovrò costruirmi una casa, pietra su pietra. E così ognuno cerca una casa, un rifugio per sé. E io mi cerco sempre un paio di parole.
A volte mi sembra che ogni parola che viene detta, e ogni gesto che viene fatto, accrescano il grande equivoco. Allora vorrei sprofondarmi in un gran silenzio e vorrei anche imporre questo silenzio agli altri. Sì, a volte qualunque parola accresce i malintesi su questa terra troppo loquace.
Etty Hillesum, Diario 1941-1943.
Amanda Cass Illustration.

 

“Nessuno ci vendicherà:
la nostra pena non ha testimoni.”
Peppino Impastato, assassinato dalla mafia nella notte tra l’8 e il 9 maggio del 1978.

 

I nostri avi ci hanno lasciato in eredità
degli Schonbrunn, dei Palazzi d’Inverno,
dei Ponts Charles,
delle Piazza San Marco,
senza menzionare
i Westminster
che rappresentano
i drammi di Shakespeare,
i romanzi di Tolstoj
o la “suite n. 3” di Bach.
E noi,
cosa lasceremo in eredità
ai nostri discendenti?
Degli snack-bar,
delle stazioni di servizio,
dei garages,
e qualche anti-romanzo.
-Izet Sarajlić-
Christopher Sweeney – Moeys Photography.

La vita è troppo breve per fingere che tutti mi stiano simpatici. @Ri_Ghetto. Nina de San Illustration.

L’atto di camminare senza fretta è un atto di rivolta. È una presa di posizione contro i valori borghesi, contro una vita incentrata sugli obiettivi da raggiungere, contro i troppi impegni, il trambusto, le seccature. Per lo spirito creativo, l’atto di camminare riconcilia lavoro e gioco.
-Tom Hodgkinson –
Jimmy Liao Illustration.

 

E quando non rimaneva più speranza alcuna, in una notte stellata, ti sei ripreso la tua vita, così come fanno gli amanti, ma io potrei avertelo detto, Vincent, questo mondo non è mai stato creato per persone belle come te.
-Don McLean-
“Notte stellata sul Rodano”, Vincent van Gogh.

 

Ma i veri viaggiatori partono per partire e basta: cuori lievi, simili a palloncini che solo il caso muove eternamente, dicono sempre “Andiamo”, e non sanno perché. I loro desideri hanno le forme delle nuvole.
Charles Baudelaire
Immagine reperita nel web.

 

Voglio piangere perché ne ho voglia
Come piangono i bambini dell’ultimo banco
Perché io non sono né un uomo, né un poeta, né una foglia
Ma un polso ferito che tocca le cose dall’altro lato.
Federico Garcìa Lorca
Lachlan Bailey Photography.

 

Scelgo di eccellere, non di competere.
Pier Paolo Pasolini
Amanda Cass Illustration.

 

Mi innamoro in continuazione. Di persone, libri, luoghi, colori, film, frasi, parole, mani, modi di dire. Invecchierò rimanendo bambina.
-Ginevra Cardinaletti-
Richa Thakkar Illustration.

 

La libertà è come la poesia: non deve avere aggettivi, è libertà.
-Enzo Biagi-
Immagine reperita nel web.

 

La vita diventa una cosa deliziosa,
non appena si decide di non prenderla più sul serio.
-Henry de Montherlant-
Immagine reperita nel web.

 

Gli occhi dischiuse il vecchio al giorno
non si guardò neppure intorno
ma versò il vino, spezzò il pane
per chi diceva ho sete e ho fame.
Da “Il pescatore”, Fabrizio De Andrè.

 

Se la gente ricordasse più spesso che, su questa terra, siamo solo di passaggio e che questa vita non è eterna, forse riuscirebbe ad essere più umile e meno cattiva.
-Daniela Husar –
Immagine reperita nel web.

 

Dopo il silenzio, ciò che si avvicina di più ad esprimere l’inesprimibile è la musica. -Aldous Huxley- James R. Eads and the Glich.

 

Ho trovato più pericoli tra gli uomini
che in mezzo alle bestie,
perigliose sono le vie di Zarathustra.
Possano guidarmi i miei animali!
Da “Così parlò Zarathustra”, Friedrich Nietzsche.
Immagine reperita nel web.

 

È il caos mentale che origina le idee migliori. L’ordine mentale quasi sempre, produce solo mediocrità.
-Paola Melone-
Elena Shumilova Photography.

 

Eppure resta che qualcosa è accaduto, forse un niente che è tutto.
– Eugenio Montale _
Immagine reperita nel web.

 

Non puoi usare il linguaggio delle farfalle per parlare con i bruchi.
–Timothy Leary–
(Immagine reperita nel web)

 

Non è una gabbia vuota, è un animale libero.
Immagine reperita nel web.

 

Ogni felicità è un’innocenza.
-Marguerite Yourcenar-
Immagine reperita nel web.

 

Io credo che si debba diffidare delle persone alle quali non piacciono i gatti.
-Frédéric Vitoux-
Immagine reperita nel web.

 

Che tu possa avere dei muri per il vento,
un tetto per la pioggia,
una tazza di the davanti al fuoco,
risate per rallegrarti, quelli che ami accanto,
e tutto ciò che il tuo cuore desidera.
Benedizione gaelica
Immagine reperita nel web.

 

Il comportamento esteriore degli uomini è così equivoco che basta mostrarsi come si è per vivere completamente occultati e sconosciuti.
-Elias Canetti-
Immagine reperita nel web.

 

La storia della mia vita non esiste. Proprio non esiste. Non c’è mai un centro, non c’è un percorso, una linea. Ci sono vaste zone dove sembra che ci fosse qualcuno, ma non è vero, non c’era nessuno. Da “L’amante”, Marguerite Duras. Immagine reperita nel web.

 

L’aria, in Africa, ha un significato ignoto in Europa: piena di apparizioni e miraggi, è, in un certo senso, il vero palcoscenico di ogni evento.
-Karen Blixen-
Foto di Fernando Quevedo.

 

In certi momenti di difficoltà non conviene mostrare fragilità, le bestie feroci nei loro attacchi scelgono le prede più deboli. (Cit.)
Renè Magritte, “Memory”.

 

È questo il difetto delle parole.
Stabiliamo che non c’è altro mezzo d’intenderci e di spiegarci, e finiamo con lo scoprire che restiamo a metà della spiegazione e così lontani dal comprenderci che sarebbe stato molto meglio lasciare agli occhi e al gesto il loro peso di silenzio.
Forse anche il gesto è un di più.
In fin dei conti, non è altro che il disegno di una parola, il muoversi di una frase nello spazio.
Ci restano gli occhi e il loro accesso privilegiato alle apparizioni.
Josè Saramago, “Di questo mondo e degli altri”.
Immagine reperita nel web.

 

Che vadano dove gli pare; io farò quello che desidero. Voglio essere libera. Più della libertà esteriore, la libertà di viaggiare, di lasciare questa casa, voglio essere libera interiormente, scegliere la mia strada, seguirla, senza accodarmi allo sciame. Odio questo spirito di gruppo con cui ci riempiono le orecchie. Tedeschi, francesi, gollisti concordano tutti su una cosa sola: bisogna vivere, pensare, amare insieme agli altri, in funzione di uno Stato, di un Paese, di un partito. Dio mio! Io non voglio questo! Sono una povera donna senza importanza; non so niente ma voglio essere libera!
Da “Suite Francese” di Irene Nemirovsky.
Immagine reperita nel web.

 

Una donna non è mai distratta. Vede molto di più di quello che credi e, quando finge di non accorgersi di qualcosa, ha già visto abbastanza. (Cit.)
Immagine reperita nel web.

 

Forse, ogni tanto, bisognerebbe proprio che qualcuno dei bambini che conosciamo – qualche maschietto bello sveglio di sette anni e sei mesi, qualche bambina curiosa e coraggiosa con gli occhi sempre spalancati sul mondo, stufi marci di sentirsi chiedere in continuazione:
“Che cosa vuoi fare da grande? Dimmi che cosa vuoi fare da grande” – ci prendesse in disparte, e senza tanti giri di parole, guardandoci dritto negli occhi ci chiedesse:
“Ma tu, piuttosto tu, si può sapere che cosa hai fatto tu, da grande?
Che cosa ne è stato di quel senso di infinito che ti prendeva ogni anno, alla fine della scuola, davanti alla distesa sterminata di un’intera estate?
Che cosa ne hai fatto dei sogni, ma quelli veri, quelli che contano: gli specchi da attraversare, i mondi alla rovescia, i paesi delle meraviglie, i rifugi segreti, gli amici immaginari, le carte magiche, i voli, tutte quelle cose che ti stanno dentro, e ti nutrono l’anima, e ti fanno sentire voluto bene da te…
Che cosa ne hai fatto, tu, del tuo tempo?”.
“Amleto, Alice e la Traviata”, Lella Costa.
Fotografia di Natsumi Hayashi.

 

Non si perdona la propria infanzia. Un’infanzia infelice è come un’anima senza sepoltura, geme in eterno.
-Irène Némirovskiy-
Fotografia di Dorothea Lange.

 

Voglio essere il peggio perché quando ero il meglio nessuno ha saputo apprezzarlo.
@SoglianiC
Immagine reperita nel web.

 

Conserva i tuoi sogni: i saggi non ne hanno di così belli come i pazzi!
Charles Baudelaire
Immagine reperita nel web.

 

Nel mondo nulla di grande è stato fatto senza passione.
-Friedrich Hegel-
Immagine reperita nel web.

 

Il gatto è un animale dignitoso, non soccombe, non si umilia, non ha bisogno di te.
Quindi, se decide di amarti è solo per scelta.
-Maria Di Nervesa-
Immagine reperita nel web.

N.B. Le immagini sono state reperite nel web, quindi considerate di pubblico dominio e appartenenti a google e ai legittimi proprietari. Qualora si ritenesse che possano violare diritti di terzi, si prega di scrivere al seguente indirizzo lacapannadelsilenzio@yahoo.it e saranno immediatamente rimosse.

 

Lascia un commento