Non esiste altro peccato che la stupidità…

«Non esiste altro peccato che la stupidità» è un celebre pensiero di Oscar Wilde che risulta impossibile non condividere per quanti giornalmente siano costretti a fare i conti con gli effetti tragicomici di comportamenti che sembrano solamente volti a complicare la vita a noi e a chi li ha generati.
Pochi sono stati gli studi condotti su uno dei mali che da sempre affligge l’umanità e ne condiziona il cammino storico.
E non è difficile comprenderne il motivo, né esserne stupiti: definire la stupidità o intraprendere uno studio su un argomento così vasto che investe la sfera soggettiva di ognuno di noi è difficile da esaminare.
La stupidità è molto potente e si potrebbe associare ad uno stato di apatia letargica, a differenza dell’intelligenza che implica la volontà di migliorare continuamente se stessi.
Non è facile circoscrivere un concetto che investe la sfera soggettiva di ognuno di noi. La stupidità, oltre ad essere soggettiva, è intuibile. La percepisci, ma non riesci a sintetizzarla in poche parole e le percezioni soggettive non possono considerarsi un valore assoluto. Discutere della stupidità può comportare il rischio di inoltrarsi in un sentiero oscuro e sconosciuto che pochi studiosi hanno cercato di affrontare, anche perchè, essendo una caratteristica insita nella natura umana non si può curare. Puoi forse diagnosticarla, ma nessuno è mai riuscito a trovarne la cura. Magari esistessero delle pillole che riuscissero a contenerne gli effetti! E un’osservazione attenta della società umana potrebbe portare alla misantropia, visto che la stupidità regna sovrana.

La stupidità, pensieri e citazioni
Un indicatore fondamentale della stupidità è la mancanza di curiosità. Andare a dormire senza aver appreso qualcosa di nuovo e di interessante e non provare nemmeno tristezza per quella mancata occasione di conoscenza, lasciando che un giorno possa scivolarti tra le mani senza avere imparato niente e, peggio ancora, evitandone la ricerca, è squallidamente stupido.
Lo stupido è spesso superstizioso e ignorante. Non utilizza al meglio la propria intelligenza recando danno a sè e soprattutto agli altri.
Il cosiddetto “ignorante attivo“, ovvero l’individuo che, pur essendo privo di una cultura di base adeguata, esprime il proprio parere anche su argomenti a lui conosciuti superficialmente o peggio ancora del tutto sconosciuti e, di fronte alla palese evidenza che ne mostra la sua incompetenza, continua a blaterare adducendo la sua carenza all’incapacità degli altri di capire un discorso talmente “intelligente” che non si riesce a cogliere, è uno stupido. Uno stupido presuntuoso. Già. Purtroppo la stupidità è spesso accompagnata dalla presunzione.
La stupidità, pensieri e citazioni
Chi comunica con gli altri usando frasi fatte
( tormentone tipico della società di oggi) e tempesta la propria bacheca di facebook di link banali e inutili senza mai scrivere un proprio pensiero, è da annoverarsi in quella folta categoria che affolla il mondo odierno.
L’uso improprio di aggettivi come “machiavellico” per riferirsi a situazioni o comportamenti che hanno ben poco a che vedere con il pensiero politico e filosofico di Machiavelli, utilizzo che dilaga a macchia d’olio, così come l’inflazionata frase “Carpe Diem“, usata anch’essa spropositamente e spesso collegata ad una visione della vita superficiale e spensierata volta all’edonismo, mostra quanto la stupidità stia crescendo in modo esponenziale.
Infiniti potrebbero essere gli esempi per provare a descrivere la stupidità, ma non riuscirebbero a rendere ben chiaro tale concetto.
Solo di una cosa si può essere certi: la stupidità è la madre di conseguenze spesso catastrofiche.
Contro il male si può lottare, contro l’ingiustizia protestare, ma contro la stupidità, in genere accompagnata da un’ostinata presunzione, non si può agire.
Siamo costretti a subirne i suoi devastanti effetti ogni giorno nel tizio dietro di noi allo stop che strombazza per incitarti a non rispettarlo, nella persona che alza la voce per mostrare di avere ragione, nel vicino di casa che si lamenta se cade una foglia di una delle tue piante sul suo balcone, ma non spende una parola sull’immondizia che invade le nostre città.
La stupidità, secondo alcuni studiosi, è un difetto facilmente riscontrabile nei soggetti che avvertono continuamente la necessità di essere circondati da amici o pseudo tali. Solo in rari casi si rileva negli uomini indipendenti che non cercano spesso la compagnia dei loro simili.
Lo stupido è spesso una persona testarda e orgogliosa di ostentare quella sua peculiarità ritenendo, nella sua pochezza mentale, di trasmettere agli altri la sua presunta potenza. Usa termini che non conosce e lo fa allegramente, non sa e non cerca nemmeno di conoscere il significato di quel vocabolo che di certo non può essere associato ad una forte personalità. Il testardo, infatti, è una persona spesso insicura che ama incartarsi nelle proprie convinzioni, che siano politiche o religiose, e lo fa in modo acritico seguendo supinamente qualsiasi dottrina gli possa infondere sicurezza e appartenenza ad un gruppo.
Se almeno tenesse per sè certe sue “sicurezze”, potremmo tirare un profondo sospiro di sollievo. E invece no. Ama interromperti senza lasciarti finire il discorso appena iniziato e cerca di convincerti di quanto sia “stupido” ciò che non hai nemmeno finito di esporre.
Il testardo è un esemplare tangibile di stupidità, facilmente manipolabile e facile strumento di chi detiene il potere. Ovviamente di tutto questo non se ne rende nemmeno conto. Se lo facesse, non verrebbe incluso tra gli stupidi.

La stupidità, pensieri e citazioni
Quando si parla con uno stupido, ci si rende subito conto che è meglio non sprecare tempo; non ascolterà nemmeno ciò che hai da dire perchè ritiene di essere il depositario della “verità. E avverti immediatamente che non stai comunicando con un essere vivente, ma con degli slogan o dei dogmi.
Meglio fuggire.
E farlo il più presto possibile.
L’unico modo per sopravvivere agli stupidi, a meno che non si sia in possesso di un biglietto di sola andata per un pianeta disabitato, è solo quello di evitarli, senza però mai dimenticare che in un modo o nell’altro, sfortunatamente, subordinerà la nostra vita alle loro scelte.
Triste, ma ineluttabile.
E la stupidità vince sempre.
Basta studiare la storia o semplicemente osservare il mondo che ci circonda per avvalorare questa tesi.
Il potere, per dominare le masse, ha un bisogno essenziale di favorire la crescita della stupidità e si serve anche di guru più o meno carismatici che fingono di essere in grado di abbatterlo. E chi pensa di affidare acriticamente la propria vita ad una presenza salvifica che non permette nemmeno il dissenso e induce a sclerotizzarsi nei giudizi, ( “chi non vota quel partito è stupido“), è funzionale al potere.
Che la stupidità abbia sempre governato il mondo è davanti agli occhi di tutti gli esseri pensanti. Basta pensare solamente a chi distrugge quotidianamente la terra, sia che si tratti di una persona che detiene il potere o di un comune cittadino.
Lo stupido non reca solo un danno agli altri, ma anche a sè stesso. Questo differenzia lo stupido dal cattivo. Il primo commette un’azione che lede gli altri senza ricavarne un beneficio per sé, il secondo ne trae un giovamento.
Lo stupido è incapace di giudicare e, non potendo discernere, non incorpora conoscenze. È convinto di sapere tutto e non sente il bisogno di accumulare esperienze. Anche l’ignoranza può costituire una parte integrante della stupidità. Ma un’ignoranza voluta, cercata con ostinazione; esistono infatti due categorie di ignoranti. L’ignorante passivo non è mai presuntuoso, cerca continuamente di apprendere e di superare i propri limiti, l’ignorante attivo si guarda bene dal farlo ed è spesso logorroico.

La stupidità, riflessioni, pensieri e citazioni
Quello della stupidità è un argomento vasto, dalle innumerevoli considerazioni che non si possono nemmeno riassumere in migliaia di libri. Di una cosa, però, possiamo avere la certezza: gli stupidi hanno rappresentato e rappresentano sempre la maggioranza e dobbiamo farcene una ragione. Nulla può convincere uno stupido a cambiare opinione ed ampliare i propri orizzonti.
Non resta altro da fare che osservarne tristemente le conseguenze e leggere i pensieri di tutti coloro che hanno messo in rilievo le sue nefaste ripercussioni sulla nostra vita.
Forse un giorno sarà istituita una disciplina che studi tale fenomeno: la stupidologia.
Chissà chi frequenterà un corso del genere. Sarà forse come frequentare un corso di psicologia che schematizza la complessità della mente umana?
Speriamo di no. La stupidità potrebbe anche arrivare a questo.
Un modo per estraniarsi dalla stupidità umana è indubbiamente il silenzio. Mai discutere con gli stupidi.
La capanna ha raccolto alcuni pensieri significativi su una delle principali disgrazie che condiziona la nostra vita. O forse la disgrazia per eccellenza a cui non si può porre rimedio.

La stupidità, riflessioni, pensieri e citazioni
Le cinque leggi fondamentali della stupidità di Carlo M. Cipolla.
Prima Legge Fondamentale: Sempre e inevitabilmente ognuno di noi sottovaluta il numero di individui stupidi in circolazione.
Seconda Legge Fondamentale: La probabilità che una certa persona sia stupida è indipendente da qualsiasi altra caratteristica della persona stessa.
Terza (ed aurea) Legge Fondamentale: Una persona stupida è una persona che causa un danno ad un’altra persona o gruppo di persone senza nel contempo realizzare alcun vantaggio per sé od addirittura subendo una perdita.
Quarta Legge Fondamentale: Le persone non stupide sottovalutano sempre il potenziale nocivo delle persone stupide. In particolare i non stupidi dimenticano costantemente che in qualsiasi momento e luogo, ed in qualunque circostanza, trattare e/o associarsi con individui stupidi si dimostra infallibilmente un costosissimo errore.
Quinta Legge Fondamentale: La persona stupida è il tipo di persona più pericoloso che esista.
Corollario: Lo stupido è più pericoloso del bandito.
***
Contro la stupidità anche gli dei sono impotenti. Ci vorrebbe il Signore. Ma dovrebbe scendere lui di persona, non mandare il Figlio; non è il momento dei bambini. John Maynard Keynes
***
Di volta in volta possono cambiare gli argomenti, ma la stupidità terrà il suo tribunale in eterno. Ernst Jünger
***
È difficile individuare lo stupido. Uno stupido può prendere anche il premio Nobel. Umberto Eco
***
Di tutti i miracoli di Gesù menzionati nei Vangeli, nemmeno uno si riferisce alla guarigione di un stupido. Tanto è incurabile la stupidità.
Constantin Stoica
***
Gli stupidi non sono così stupidi, sono sempre in maggioranza. Stanislaw Jerzy Lec
***
A differenza del talento o del genio la stupidità non può essere nascosta: appartiene alla sua natura l’urgenza di manifestarsi.
Mario Andrea Rigoni
***
Niente è più pericoloso di uno stupido che afferra un’idea, il che succede con una frequenza preoccupante. Se uno stupido afferra un’idea, è fatto: su quella costruirà un sistema e obbligherà gli altri a condividerlo. Ennio Flaiano
***
Perché l’intelligenza umana ha dei limiti, e la stupidità no? Georges Courteline
***
Si può ben perdonare a un uomo di essere sciocco per un’ora, quando ci sono tanti che non smettono mai di esserlo nemmeno per un’ora in tutta la loro vita. Francisco de Quevedo
***

La stupidità, riflessioni, pensieri e citazioni
Non discutere mai con un idiota: la gente potrebbe non notare la differenza. Arthur Bloch
***
Quando nel mondo appare un vero genio, lo si riconosce dal fatto che tutti gli idioti fanno banda contro di lui. Jonathan Swift
***
La stupidità è come una madre premurosa – non lascia che nessuno si senta trascurato. Peter Kraevski
***
Il primo uomo fu Adamo; il primo imperatore romano Cesare, il primo anarchico Bakunin o Socrate, e il primo comunista, a scelta, Proudhon, Karl Marx, Lenin o Gesù…
Nessuno sa, tuttavia, chi potrebbe essere stato il primo imbecille. Laurent Gouze
***
Il saggio sa di essere stupido, è lo stupido invece che crede di essere saggio. William Shakespeare
***
Niente è più bello dell’ascoltare un cretino che tace. Helmut Qualtinger
***
Per il computer è più facile imitare la nostra intelligenza che le nostre particolari forme di stupidità. Aaron Haspel
***
Un uomo buono può essere stupido e tuttavia rimanere buono. Ma un uomo cattivo non può assolutamente fare a meno di essere intelligente.
Maksim Gorkij
***
La stupidità umana è eterna. Tutte le volte che Socrate rinascerà, sarà condannato. Alain
***

La stupidità, riflessioni, pensieri e citazioni
Il problema dell’umanità è che gli stupidi sono strasicuri, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi. Bertrand Russell
***
Non dubitando mai di sè, lo stupido dispone di una sorta di resistenza obiettiva contro le prove della vita, uguale a quella rigidità muscolare …
Gheorge Gricurcu
***
Mai, nel corso della storia, l’intelligenza è giunta a risolvere i problemi degli uomini, se la loro più intima natura è la Stupidità. Li ha aggirati, se l’è cavata con l’abilità o la forza, ma nove volte su dieci, quando già l’intelligenza riteneva di aver vinto, ha visto spuntare tutta la potenza dell’immortale Idiozia. Romain Gary
***
Meglio perire per mano degli stupidi che averne gli elogi. Anton Čechov
***
Un genio incompreso è un tragico errore, un idiota incompreso è una tragedia terribile. Gerhard Uhlenbruck
***
Si vive in un’epoca in cui solo gli ottusi sono presi sul serio, e io vivo nel terrore di non essere frainteso. Oscar Wilde
***
Passare per idiota agli occhi di un imbecille è voluttà da finissimo buongustaio. Georges Courteline
***

La stupidità, riflessioni, frasi e citazioni

Quando mai uno stupido è stato innocuo? Lo stupido più innocuo trova sempre un’eco favorevole nel cuore e nel cervello dei suoi contemporanei che sono almeno stupidi quanto lui: e sono sempre parecchi. Ennio Flaiano
***

Il saggio dubita spesso e cambia idea. Lo stupido è ostinato, non ha dubbi. Conosce tutto fuorché la sua ignoranza. Akhenaton
***

Se non possiamo definire la stupidità, almeno possiamo riconoscerla come origine della maggior parte delle disgrazie e debolezze umane. Le sue manifestazioni sono legione, i suoi sintomi sono infiniti. Richard Armour
***

La stupidità, riflessioni, pensieri e citazioni

Ogni volta che la televisione ti sembra aver raggiunto il limite più basso, arriva un nuovo programma a farti dubitare di dove credevi che fosse il limite. Art Buchwald
***

L’uomo è stupido, fenomenalmente stupido. Fëdor Dostoevskij
***

La terra, il cielo, gli astri, l’infinito. Ci si sente schiacciare. Ma c’è un infinito ancora più stupefacente: la stupidità umana. Alexandre Dumas
***

Sono incline a dubitare di qualsiasi complotto, perché ritengo che i miei simili siano troppo stupidi per concepirne uno alla perfezione.
Umberto Eco
***

Le persone più stupide che conosco sono quelle che sanno tutto. Malcolm Forbes
***

Non attribuire a consapevole malvagità ciò che può essere adeguatamente spiegato come stupidità. Non sottovalutare mai il potere della stupidità umana. Robert Heinlein
***

Il genio può avere il suoi limiti, ma la stupidità non soffre di tali menomazioni. Elbert Hubbard
***

La stupidità, riflessioni, pensieri e citazioni

Almeno due terzi delle nostre disgrazie nascono dalla stupidità umana, dall’umana malvagità e da quelle grandi motivazioni e giustificazioni di malvagità e stupidità che sono il dogmatismo e lo zelo proselitistico al servizio di idoli religiosi o politici. Aldous Huxley
***

È stupidità avere una risposta per tutto. È saggezza avere una domanda per tutto. Milan Kundera
***

La stupidità è alla radice di tutte le altre imperfezioni umane – e le inquina inesorabilmente. Walter Pitkin
***

La stupidità non è una patologia, tuttavia è collegata ai più pericolosi fallimenti delle imprese umane. Avital Ronell
***

La stupidità, riflessioni, pensieri e citazioni

Se è comprensibile che si dedichi così tanto impegno allo studio dell’intelligenza, è stupefacente constatare come il fenomeno molto più diffuso, palesemente pericoloso e potenzialmente devastante, della stupidità sia completamente trascurato. James Welles
***
La memoria è l’intelligenza degli idioti. Albert Einstein
***

Il tiro peggiore che la fortuna possa giocare ad un uomo intelligente è metterlo alle dipendenze di uno sciocco.
Giacomo Casanova
***

Qualsiasi stupido è capace di distruggere gli alberi; non possono né difendersi né scappare. John Muir
***
L’intelligenza di una folla è uguale all’intelligenza del più stupido dei presenti, divisa per il totale dei presenti.
Sir Terry Pratchett
***
L’imbecille totale è preferibile a chi mette la furberia al servizio della stupidità. Il primo, di solito, è innocuo; il secondo, pericoloso a se stesso e agli altri perché, scambiando la furberia per intelligenza, non capisce quanto sia stupido. Roberto Gervaso
***
Lo stupido che adora sputare sentenze sul nostro giardino, non si prende mai cura delle sue piante. Paulo Coelho
***

Stupidità, riflessioni, pensieri e citazioni
Solo i morti e gli stupidi non cambiano mai opinione. James Russell Lowell
***
Se uno stupido tace, vuol dire che non è poi così stupido. Gustavo Acquaviva
***
Stupido. Membro della dinastia che impera e regna nella letteratura e nella vita. Gli Stupidi fecero la loro prima comparsa insieme ad Adamo e alla sua famiglia. Erano forti e in gran numero, e così hanno conquistato il mondo intero. Il segreto del loro potere sta nella loro insensibilità alle percosse. Se li solletichi con un randello, ti rispondono con un risolino beota. Ambrose Bierce
***
Per il bene la stupidità è un nemico più pericoloso della malvagità. Contro il male è possibile protestare, ci si può compromettere, in caso di necessità è possibile opporsi con la forza; il male porta sempre con sé il germe dell’autodissoluzione, perché dietro di sé nell’uomo lascia almeno un senso di malessere. Ma contro la stupidità non abbiamo difese. Dietrich Bonhoeffer
***
L’uomo ha raccolto tutta la saggezza dei suoi predecessori, e guardate quanto è stupido! Elias Canetti
***

La stupidità, riflessioni, pensieri e citazioni
Vi sono stupidaggini ben mascherate, al pari di sciocchi molto ben vestiti. Nicolas de Chamfort
***
Alcuni individui ereditano notevoli dosi del gene della stupidità e grazie a tale eredità appartengono, sin dalla nascita, all’élite del loro gruppo.
Carlo M. Cipolla
***
La nostra vita è anche punteggiata da vicende in cui noi si incorre in perdite di denaro, tempo, energia, appetito, tranquillità e buonumore a causa delle improbabili azioni di qualche assurda creatura che capita nei momenti più impensabili e sconvenienti a provocarci danni, frustrazioni e difficoltà, senza aver assolutamente nulla da guadagnare da quello che compie. Nessuno sa, capisce o può spiegare perché quella assurda creatura fa quello che fa. Infatti non c’è spiegazione – o meglio – c’è una sola spiegazione: la persona in questione è stupida. Carlo M. Cipolla
***
Lo stupido istruito ha un campo più vasto per praticare la sua stupidità. Nicolás Gómez Dávila
***
È vero che stupidità e bassezza continuano a esistere; ma non è un buon pretesto per affrettarsi a decretare lo scacco della filosofia, giacché, se non fosse per quel po’ di filosofia che in ogni epoca ha impedito loro di spingersi sin dove volevano e di diventare stupide e basse al massimo grado, esse avrebbero oggi proporzioni ancora maggiori.
Gilles Deleuze
***
Lo stupido non si turba quando gli dicono che le sue idee sono false, ma quando insinuano che sono passate di moda. Nicolás Gómez Dávila
***

La stupidità, riflessioni, pensieri e citazioni
La paura o la stupidità sono sempre state alla base della maggior parte delle azioni umane. Albert Einstein
***
Lo stupido gira a testa alta, ha «preso coscienza» anche lui, s’è intrufolato tra le schiere di quanti si ribellano a secolari emarginazioni sessuali, etniche, classiste, nazionali, religiose (a volte si ha l’impressione che abbia preso la testa del corteo) e anche lui non prova più il minimo senso di colpa per la sua «diversità».
Carlo Fruttero e Franco Lucentini
***
Le terre sconosciute. Non si scopriranno mai i limiti della stupidità. Jean Josipovici
***
Mi piacciono le persone distratte; significa che hanno idee e che sono buone; i cattivi e gli stupidi hanno sempre presenza di spirito.
Charles-Joseph de Ligne
***
La stupidità ha una così pericolosa tendenza a riprodursi e moltiplicarsi che può anche travolgere o coinvolgere persone abitualmente intelligenti quando, senza accorgersene, si lasciano influenzare dalla stupidità collettiva.
Giancarlo Livraghi
***
La mondializzazione dell’istupidimento è cominciata: i suoi attori si adoperano a tenere lontane le problematiche e il bisogno di riflessione occupando il tempo libero delle masse con ogni sorta di gioco. La tecnologia procura i mezzi necessari, dal cellulare che permette di parlare ovunque per non dire niente e di ricevere informazioni inutili attraverso Internet, fino ai computer e sofisticati apparecchi televisivi che focalizzano l’attenzione delle folle sul virtuale e l’aneddotico, lasciando la realtà e le cose importanti nelle mani di dirigenti che soddisfano così le loro fantasie di potere. Georges Minois
***
Per l’uomo non c’è altro inferno che la stupidità e la malvagità dei suoi simili. Donatien Alphonse François de Sade
***
Contro la stupidità gli dèi stessi lottano invano. Friedrich Schiller
***
È accaduto spesso che un malvagio abbia fatto qualcosa di buono per intelligenza, ma mai che uno stupido abbia fatto qualcosa di intelligente per bontà. Arthur Schnitzler
***
Fanfare, bandiere, parate. Uno stupido è uno stupido. Due stupidi sono due stupidi. Diecimila stupidi sono una forza storica. Leo Longanesi
***

 

La stupidità, riflessioni, pensieri e citazioni

“L’ignoranza è temporanea, la stupidità è per sempre”


La stupidità è pericolosa perché è imprevedibile. Lo dice il buon senso – e lo conferma chi ha studiato l’argomento. Ma questo è vero solo se ci aspettiamo che il comportamento umano (amico o nemico, favorevole o contrario) sia sempre ragionevole e coerente. Cioè se cadiamo nel pericoloso errore di sottovalutare il potere della stupidità.
Giancarlo Livraghi
***
La stupidità assume due forme, loquace o silenziosa: la seconda è sopportabile. Bruce Lee
***
E che? L’umanità istupidisce per favorire il progresso meccanico e noi non dovremmo almeno trarne vantaggio? Dovremmo dialogare con la stupidità, quando è possibile sfuggirle con un’automobile? Karl Kraus
***
Lo stupido non è inibito da quel sentimento che gli anglosassoni chiamano self-consciousness. Col sorriso sulle labbra, come se compisse la cosa più naturale del mondo lo stupido comparirà improvvisamente a scatafasciare i tuoi piani, distruggere la tua pace, complicarti la vita ed il lavoro, farti perdere denaro, tempo, buonumore, appetito, produttività – e tutto questo senza malizia, senza rimorso, e senza ragione. Stupidamente.
Carlo M. Cipolla
***
Un ottuso che, con un’improvvisa illuminazione di mente, stupisce e scandalizza, è come un cavallo da tiro spinto al galoppo.
Nicolas de Chamfort
***

Non esiste cretino che sia silenzioso ad una festa. Anonimo
***

La gente crea dei gruppi per poter praticare la stupidità di gruppo. Kodo Sawaki
***

Cos’è l’infinito? Pensa all’umana stupidità. Bertrand Russell
***

La stupidità, pensieri e citazioni

Dovunque e comunque si manifesti l’eccellenza, subito la generale mediocrità si allea e congiura per soffocarla.
Arthur Schopenhauer

***

La stupidità consiste nel voler giungere a conclusioni. Noi siamo un filo e vogliamo conoscere l’intero tessuto.
Gustave Flaubert
***

Non discutere mai con un idiota: ti trascina al suo livello e ti batte con l’esperienza. Anonimo
***

Quasi nessuno agisce con cattive intenzioni quando fa una stupidaggine. È questo a rendere così pericolosa la stupidità.
Alicia Gimenez-Bartlett
***

Se un milione di persone crede ad una cosa stupida, la cosa non smette di essere stupida. Anatole France
***

Un cretino è un cretino. Due cretini sono due cretini. Diecimila cretini sono un partito politico. Franz Kafka

***

Un’idea morta produce più fanatismo di un’idea viva; anzi, soltanto quella morta ne produce. Poiché gli stupidi, come i corvi, sentono solo le cose morte.
Leonardo Sciascia
***
Ci saranno sempre degli eschimesi pronti a dettare le norme su come si devono comportare gli abitanti del Congo durante la calura. Stanislaw Lec
***
Gli uomini hanno il dono della parola non per nascondere i pensieri ma per nascondere il fatto che non li hanno.
Soren Kierkegaard
***
I cattivi a volte si riposano, gli imbecilli mai. Eros Drusiani
***
L’evo moderno è finito. Comincia il medioevo degli specialisti. Oggi anche il cretino è specializzato. Ennio Flaiano
***
Tra tutti i ladri i fessi sono i peggiori: vi derubano del tempo e della pazienza. Goethe
***
Tre cose occorrono per essere felici: essere imbecilli, essere egoisti e avere una buona salute. Ma se vi manca la prima tutto è finito.
Gustave Flaubert
***
Si può competere con l’intelligenza, mai con la stupidità. L’intelligenza ascolta, capisce e anche se non condivide accetta. La stupidità dimena nel suo “ego”, pretende ragione e non guarda oltre a ciò che pretende e vede la sua convinzione.
Silvia Nelli
***

Un imbecille non si annoia mai: si contempla. Rémy de Gourmont
***

La stupidità, riflessioni, pensieri e citazioni
N.B. Le immagini sono state reperite nel web e quindi considerate di pubblico dominio. Qualora si ritenesse che possano violare diritti di terzi, si prega di scrivere al seguente indirizzo lacapannadelsilenzio@yahoo.it e saranno immediatamente rimosse.

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

Digiprove sealCopyright secured by Digiprove © 2014

16 Comments

Leave a Reply